La Storia dell'alpinismo

Introduzione e aggiornamento di ENRICO CAMANNI 
Nuova edizione 2013

Collana "I Licheni" - Priuli & Verlucca Editori, 2013
800 pagine - Volume unico - prezzo di vendita 28,00 euro
Disponibile in libreria e tramite l’eShop di 
www.priulieverlucca.it

Un'occasione speciale per far partire nel miglior modo la rinnovata avventura de "I Licheni" dopo l'approdo nel catalogo della casa editrice di Scarmagno. La collana riparte con questo volume e con la nuova edizione di "FRÊNEY 1961 - Un viaggio senza fine" di MARCO ALBINO FERRARI (in libreria il 3/12/13).

"Grande alpinista in proprio, Motti ha vivissimi e inquieti interessi culturali, che gli permettono di collocare l'alpinismo entro la storia e la civiltà dei diversi paesi, mettendolo in relazione con lo sviluppo delle idee e del costume, coi fatti sociali e politici, insomma vedendolo come quel fenomeno di cultura, e non solamente sportivo, che esso è. Ciò gli ha permesso di produrre un'opera che non ha l'eguale in italiano; ma anche all'estero esiste qualcosa che si possa paragonare a questa Storia dell'Alpinismo, per ampiezza di informazione e per appassionata vivacità?".


Così scriveva il critico e storico torinese Massimo Mila il 29 settembre 1978, recensendo per "La Stampa" la prima edizione de La Storia dell'AlpinismoOggi (fine 2013) questa grande opera viene ripubblicata da Priuli & Verlucca in una nuova edizione curata da Enrico Camanni,con un aggiornamento approfondito e attuale che rivisita l'introduzione, le schede e la (fondamentale) bibliografia.

Un lavoro che esamina la storiografia dell'epopea alpinistica, senza specchiarsi nella cronaca dell'attualità: le schede partono da "La preistoria dell'alpinismo" e arrivano ad un accenno di ciò che successe nella seconda parte degli anni Novanta ("Verso il Duemila" è il titolo della scheda di chiusura, in perfetto accordo, come si accennava sopra, con la distinzione tra STORIA e CRONACA).

Priuli & Verlucca presenta questa Storia dell'Alpinismo in un volume unico, corredato da emozionanti fotografie, ritratti e documenti d'archivio.

"[...] Legato all'analisi interiore dei personaggi, a scapito della lettura sociale dei fenomeni peraltro in voga negli anni Settanta, Motti ha una visione esistenzialista della storia: "La più grande difficoltà da vincere è posta in noi stessi e non al di fuori di noi". Convinto esploratore delle "diversità" e spietato rivelatore di contraddizioni ("Costruire per distruggere, nascere per morire, salire per poi ridiscendere: una vera e propria ossessione"), scava instancabilmente nelle motivazioni filosofiche dell'alpinismo e non si accontenta dell'alibi o dell'immaginetta da parata. Pessimista e apocalittico in alcune conclusioni, dolce e umanissimo in altre, non è mai un osservatore passivo. E' uno storico appassionato che procede con andamento ondulatorio, severo e affettuoso, razionale e romantico, acuto e distratto, sempre generoso di parentesi e digressioni [..]” dall'introduzione di Enrico Camanni a "La Storia dell'Alpinismo".

Segni come parole

Le opere incise, scolpite, intagliate e dipinte scoperte in tutto il mondo. Per coloro che le hanno realizzate, sono «storia sacra» e meta-linguaggio, sono la materializzazione grafica di concetti, idee, sentimenti, conoscenze e indagini del mondo materiale e soprannaturale. Una ricerca completa sul linguaggio dei segni e dei simboli primordiali, il linguaggio perduto.

Autore: Ausilio Priuli

Editore: Priuli e Verlucca

VENTI RACCONTI ALLEGRI E UNO TRISTE

Barzellette letterarie" così Mauro Corona definisce i 21 racconti che formano questo libro e li definisce 20 allegri e 1 triste, ma a volte quelli allegri son più malinconici di quello che per definizione dovrebbe essere triste.   

L'autore ha abbandonato, almeno per ora, i temi noir della trilogia della morte ed è ritornato ai suoi racconti dei personaggi di montagna, che in questi anni ci ha reso tanto amati e familiari.

Sono narrazioni brevissime, quasi barzellette, come lui stesso le ha definite, racconti di poche pagine che ci aprono al mondo della Val Cimoliana e di Erto, con i personaggi arguti e un poco filibustieri di tante avventure.   

Una spanna sopra tutti si erge l'ormai mitico Maurizio Protti, Icio Duran, che accompagna il nostro Mauro nelle avventure reali della vita, a incontri e conferenze, un uomo buono e dalla simpatia contagiosa, ma pronto a riprendersi da ogni tentativo ai suoi danni...    

Forse non siamo nell'empireo delle opere più incisive di questo autore, ma la lettura di questo libro è piacevole e interessante e mantiene quello che promette: molti attimi si sereno buonumore e anche qualche riflessione seria, perchè niente è più serio di ciò che vuol apparire comico.

Fonte: alpinia.net

LE ORIGINI DELL'ALPINISMO IN LIGURIA

Gli alpinisti liguri dalle origini al 1930 e le loro scalate. Un mosaico di figure quasi mitiche accuratamente rievocate cn immagni e documenti rarissimi e ormai introvabili. E una testimonianza dell'operosità di due illustr soci, Euro Momtagna e Giulio Gamberoni, putroppo prematuramente scomparso, al quale questo prezioso volume è dedicato. Fra i tanti  alpinisti descritti svetta la figura di Bartolomeo Figari (1881-1965), fondatore del Club Pedestre Genovese e alacre alpinista, pur avendo subito un incidente che lo ha menomato. Nel 1947 è eletto presidente del CAI risorto dalle ceneri del fascismo. Sotto la sua presidenza fu attuata la vittoriosa spedizione al K2, organizzata dal CAI in accordo con il Centro Nazionale delle Ricerche (CNR). Nel suo testamento volle che i suoi averi fossero devoluti al Soccorso alpino.

di Giulio Gamberoni e Euro Montagna. Nuova Grafica L.P., Genova, con il patrocinio del Club Alpino Accademico Italiano e il contribuo dela Sezione Ligure, 319 pagine

LE GRANDI PARETI NORD. Cervino, Grandes Jorasses, Eiger

Negli anni Trenta del Novecento la sfida consisteva nella possibilità di scalare le grandi nord, oggi  la sfida è tra chi le percorre più in fretta. Nel libro la leggendaria trilogia ricostruita con un’infinità di episodi e testimonianze e un’esauriente cronologia di tentativi e ascensioni

di Rainer Rettner, Corbaccio (www.corbaccio.it), 253 pagine, 19,90 euro

 

LA VIA DEL LUPO

Dall’Appennino alle Alpi, da una quarantina d’anni il lupo lascia molte tracce del suo passaggio: un invito irresistibile per Marco Albino Ferrari, curioso di professione, ad andare a fondo sui tanti aspetti della presenza del quadrupede nei vari territori attraversati, e con tutti i corollari scientifici e favolistica che il tema comporta. Il rigore scientifico dell'assunto è ravvivato da piacevoli tocchi di colore che rendono la lettura assolutamente piacevole.

di Marco Albino Ferrari. Edizioni Laterza (www.laterza.it), 199 pagine, 14x21 cm, 16 euro

VOLEVO SOLO AMARTI

Lui è una guida italiana trapiantata a Chamonix, lei una piacente signora senza problemi economici. Si incontrano, arrampicano, socializzano. Un brutto incidente in parete, lui sospettato di inadempienza e lei che resta in coma complicano le cose. Nell’accattivante romanzo spiccano la capacità introspettiva dell’autore, il suo soffermarsi su piccoli dettagli, l’abilità nell’intrecciare situazioni in luoghi e tempi diversi, la spregiudicatezza nel calarsi nei panni delle eroine.

di Alberto Paleari. Prefazione di Giorgio Bertone. Collana “I Licheni” n°108, Vivalda Editori (www.vivaldaeditori.it), 168 pagine 13x20 cm, 17 euro

GIOCHI DELLE MONTAGNE

E' il quinto di una serie di superbi volumi dedicati al Centro documentazione del Museomontagna, con i quali si vuole valorizzare un patrimonio che negli utimi anni ha avuto un incremento enorme. Di pagina in pagina, nell'elegante impianto grafico che caratterizza questa collana, si dipana un'incredibile raccolta di giochi da tavola dedicati alla montagna, all'alpinismo, allo sci, all'esplorazione e alle spedizioni polari. Sono  la dimostrazione di come, attraverso passatempi assai diffusi, intere generazioni abbiano potuto scoprire la geografia alpina, le vette del mondo e le grandi avventure.

a cura di Aldo Audisio, Antonella Lombardo e Ulrich Schadler. Priuli&Vewrlucca (www.priulieverlucca.it), 383 pagine in grande formato

MONTE DISGRAZIA – PICCO GLORIOSO

La storia esplorativa e alpinistica del Disgrazia in Valtellina, i personaggi inglesi che si sono innamorati delle sue irresistibili asperità e si sono cimentati, un secolo e mezzo fa, per raggiungerne la vetta. E molto altro ancora, per la delizia di palati raffinati, si trova in questo illustratissimo e imperdibile libro dedicato al “picco glorioso”, montagna salita alla ribalta nel 2012 per i 150 anni dalla prima scalata britannica, preludio alle celebrazioni del centocinquantennale del CAI.

di Giuseppe Miotti e Michele Comi. Bellavite Editore in Missaglia (LC), 218 pagine cm. 24,5x17, 28 euro

CAMOSCIO & STAMBECCO

Il libro è dedicato all’approfondimento della conoscenza di due specie di ruminanti selvatici: Camoscio alpino e Stambecco, due meravigliosi animali che rappresentano la massima espressione dell’adattabilità alle condizioni estreme che l’ambiente di alta montagna richiede. "L’auspicio è che attraverso le pagine di questo testo si possa portare un contributo alla conoscenza degli aspetti biologici e sanitari di queste due specie che caratterizzano con il loro fascino le Alpi", dice Luca Pellicioli, nato a Bergamo nel 1977, da sempre appassionato di montagna, laureatosi nel 2003 in medicina veterinaria presso l’Università di Milano.

di Luca Pellicioli e Claudio Cesaris. Stampato da litografia Effe e Erre di Trento - Settembre 2012, 126 pagine, 15 euro. Rivolgersi all'autore via mail: luca_pellicioli@libero.it

LUPUS IN FABULA

I migliori racconti dell’omonimo concorso letterario sul lupo, con saggi di Enrico Camanni, Joseph-César Perrin, Annibale Salsa, Luisa  Vuillermoz

Autori vari, Priuli&Verlucca, 255 pagine, 19,50 euro

 

LEGGENDE DELLE ALPI

"Catalogo" del mondo fantastico montanaro ossolano, il libro presenta duecento leggende e fiabe popolari raccolte in trennt'anni di ricerche da uno dei maggiori storici e conoscitori di queste vallate.

di Paolo Crosa Lenz, Grossi editore (www.grossiedizioni.it), 399 pagine, 32 euro

ABISSO NERO

Accusata di spionaggio, una ricercatrice americana si riscatta scendendo nella grotta più profonda della Terra per raccogliere alcuni campioni di un rarissimo batterio che minaccia l'umanità. Il libro viene indicato come perfetto esempio di thriller avventuroso, ma sarà davvero così?

di  James M. Tabor, Editrice Nord (www.editricenord.it),  410 pagine, 18,60 euro

GLI ITALIANI DELLE MONTAGNE

Cantata per orchestra, coro, voci recitanti, solista, immagini, dedicata a tutti gli italiani e donne di montagna che hanno fatto l’Italia. Composizione originale di Luciano Di Giandomenico, testi di Roberto Biondi, solista Camilla Illeborg, voci recitanti Cesare Rasini e Patrizia Scianca. Orchestra del Monte Bianco e Coro Edelweiss, Sezione di Torino del CAI.

Vivalda editori - www.vivaldaeditori.it,18 euro

SPOSTARE LE MONTAGNE

Come si affrontano le sfide superando i propri limiti.

Di Reinhold Messner, Mondadori - www.librimondadori.it, 211 pagine, 17x24 cm, 29 euro

DAL VESUVIO ALLE ALPI

Fotografie d’Italia, Svizzera e Tirolo del celebre fotografo napoletano Giorgio Sommer

Cahier Museomontagna numero 173 - www.museomontagna.org, 131 pagine 21x21 cm

POESIE DI MONTE

Il mistero della vita e della morte e la nostra fragilità in 30 liriche del grande poeta e scrittore triestino.

Di Spiro Dalla Porta Xydias. Neos Edizioniwww.neosedizioni.it, 72 pagine; 12x20 cm; 13 euro

I SEGNI DEL SILENZIO

Il percorso artistico di un grande artista valsusino

di Tino Aime. Cahier Museomontagna numero175 www.museomontagna.org, 71 pagine 21x21 cm