A Roma il Consiglio direttivo della Federparchi

Il 19 febbraio 2016 sul tavolo i tagli ai Parchi Regionali, la gestione degli ungulati e il delicato tema del lupo. Prossimo appuntamento CAI - Parchi il 22 febbraio a Cosenza.

Venerdì 19 febbraio 2016 a Roma è stato convocato il Consiglio Direttivo della Federparchi. Tra gli argomenti in discussione l'importante attenzione alla situazione dei Parchi regionali recentemente sottoposti a tagli negli strumenti di gestione e nelle risorse. La natura non differenzia nel valore dei territori e non ci sono Parchi di serie "A" e quelli dei serie "B". Lo stesso dobbiamo fare noi in quanto sono tutti scrigni di natura e cultura.

C'è poi il tema della LQ 394/91 sui temi della governance e della composizione degli organi di gestione. Determinante sarà la coesione tra Aree Protette come emerso nelle ultime riunioni regionali di Federparchi (Calabria e Abruzzo).

Sul tavolo anche il crescente problema della gestione degli ungulati nei Parchi e a questo si aggiunge anche il tema del lupo, per il quale, dopo le mirate campagne di reintroduzione (operazione S.Francesco) è allo studio - udite udite - un piano di abbattimento, in deroga anche alla direttiva europea che lo tutela. E' invece importante potenziare l'attività di ricerca e monitoraggio, cercando di capire bene quali i danni accertati alla zootecnica così da intervenire preventivamente, riuscendo a differenziare da quelli causati dal fenomeno del randagismo.

Ai componenti del CD di Federparchi il Cai ha inviato documenti sull'appuntamento del 29 maggio "in cammino nei parchi e giornata nazionale dei sentieri", sul concorso nazionale "nuovo bidecalogo", sul Corso per Operatori Nazionali TAM dal 27 a 3 luglio 2016. In tema di Cai-Aree Protette ci si ritroverà il 22 febbraio 2016 a Cosenza, con il convegno su Sentieri e Turismo e la firma delle intese con i Parchi Nazionali.

Filippo Di Donato
Presidente CCTAM del CAI

Segnala questo articolo su:


Torna indietro