A Trieste la mostra che racconta i grandi carnivori sulle Alpi

Tappa giuliana per la mostra CAI "Presenze silenziose, ritorni e nuovi arrivi di carnivori nelle Alpi", in esposizione dal 31 maggio al 28 giugno. Inaugurazione con convegno.

24 maggio 2019 - Una mostra per raccontare l’importanza della fauna italiana, in particolare quella dei grandi predatori che stanno ripopolando le montagne italiane. Queste le caratteristiche di "Presenze silenziose, ritorni e nuovi arrivi di carnivori nelle Alpi" del Gruppo Grandi Carnivori del CAI, che ormai da qualche anno sta girando l’Italia.

Ora tocca a Trieste, dove, con la collaborazione della Sezione XXX ottobre, sarà visitabile dal 31 maggio al 28 giugno presso il Centro didattico naturalistico di Basovizza.

Collaborano all’iniziativa il Corpo forestale del Friuli Venezia Giulia, la regione Friuli Venezia Giulia, il centro didattico naturalistico di Basovizza e il comune di Basovizza, mentre il CAI Friuli Venezia Giulia, il Comitato Scientifico Veneto Friulano e Giuliano e la Tam Fvg hanno dato il loro patrocinio.

Nel giorno inaugurale previsto anche un convegno sul tema, che inizierà alle 17.00 alla sala della Cooperativa Economica di Basovizza, via Gruden 37. Nel dibattito, che si incentrerà specificatamente sulla situazione in Friuli Venezia Giulia, saranno coinvolte tutte le voci su questo tema (programma scaricabile in fondo al testo).

“Sarà un'importante occasione per cercare un dialogo costruttivo e ascoltare le voci di tutti gli interessati”, ricorda il referente nazionale del gruppo Grandi carnivori Davide Berton. “Il CAI come sempre prosegue la sua azione di mediazione e di equilibrio che in questi ultimi anni lo hanno contraddistinto e che è il fulcro della sua posizione su questi temi”.

Valerio Castrignano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro