Acqua e Monti della Laga: natura, cultura, solidarietà in montagna con il CAI Lazio nella giornata "In cammino nei Parchi"

Domenica 21 maggio 2017 escursione di tutte le Sezioni laziali sui monti di Amatrice. Previsto anche il Raduno regionale di alpinismo giovanile. Una giornata da trascorrere in montagna con consapevolezza per grandi e piccoli.

Monti della Laga

16 maggio 2017 - Si prepara per questa domenica una bella escursione sui Monti di Amatrice. Tutti possono partecipare previa iscrizione al CAI se non in regola col tesseramento (info e locandine sui 19 siti internet sezionali CAI del Lazio e su wwwcailazio.it).

Non si tratta di un’escursione in montagna di soli muscoli e sgambate. Il Club Alpino Italiano ha l’intenzione di tenere alta e costante sia la fruizione dei luoghi colpiti dal sisma, sia di collaborare con le persone che hanno deciso di rimanervi. Come più volte ribadito dagli abitanti e dal presidente del CAI Amatrice Marco Salvetta, i beni architettonici di Amatrice con le sue 69 frazioni sono quasi totalmente compromessi così come pure è ferma la ricettività turistica. E’ chiaro che l’unica risorsa al momento intatta è quella ambientale.

La montagna e i suoi cicli di natura non hanno subito danni. Su questa spinta i Gruppi Tutela Ambiente Montano e Alpinismo Giovanile del Lazio hanno quindi deciso di arricchire i loro programmi organizzando un’escursione il 21 maggio intitolata “Acqua e Monti della Laga”. L’esperienza sarà all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga; la partenza è prevista a S. Martino di Amatrice e si arriverà alla Cascata di Cima Lepri. I ragazzi dell’Alpinismo Giovanile e tutti i partecipanti verranno coinvolti in momenti di divulgazione ambientale dagli operatori Tutela Ambiente Montano.

Occorre far capire a tutti che chi frequenta la montagna in primo luogo la deve rispettare immedesimandosi con essa, conoscendola non solo nei suoi sentieri, non solo raggiungendo o collezionando cime. Attualmente un corretto rapporto con la natura è indispensabile in ogni nostro atteggiamento mentale e psicofisico che aspira ad una rigenerazione, sia nella vita quotidiana sia che si vada in montagna: in essa c’è la banca gratuita di tutte le riserve più pulite del pianeta. Non è che frequentando la montagna di domenica, come per la maggior parte delle persone che vivono in città, si attui per osmosi il rispetto della natura montana. Il trekking domenicale non è uno scopo, è un mezzo per immergersi, “stare dentro” la natura.

Quale migliore occasione quindi per partecipare in modo consapevole all’escursione di domenica. Tale evento mette insieme due importanti iniziative del CAI, il Raduno Regionale per l’Alpinismo Giovanile e la V° edizione del “Cammino nei Parchi”  organizzata dalla TAM e da Federparchi nell'ambito della “17° Giornata Nazionale dei Sentieri”.  In questo modo si promuove l’escursionismo naturalistico e culturale in tutta Italia: al momento sono previste ben 88 escursioni contemporanee. L’alleanza tra CAI e Parchi va potenziata e valorizzata in un’ottica di rilancio dei territori del cratere del sisma.

Il CAI si rivolge a ogni visitatore, turista, escursionista e alpinista, per partecipare ed essere anche protagonista collaborando insieme ai soci alla manutenzione, alla tematizzazione dei sentieri, alla conoscenza del territorio, alla cura e al rispetto per la natura. Chi volesse partecipare può contattare la sede CAI più vicina oppure cliccare su www.cai-tam.it.

Cesare Carloni, Pres. Commissione Regionale Tutela Ambiente Montano Lazio (TAM)
Massimo Cipolloni, Pres. Commissione Regionale Alpinismo Giovanile Lazio (AG)
Comunicazione, Ines Millesimi CAI Lazio

Segnala questo articolo su:


Torna indietro