Al Cai di Verona si rivive la bufera di fine ottobre

Franco Frigo relatore d'eccezione alle 21 di venerdì 7 dicembre presso la sezione di Via S.Toscana 11. Il tema: come evitare in futuro un disastro simile.

La locandina della serata

5 dicembre 2018 - Ventinove ottobre 2018:  era lunedì. In Italia quegli ultimi giorni del mese hnno rappresentato una notte delle streghe anticipata, tutt'altro che dolce o scherzosa.  29 e 30 ottobre, giorni funesti  per l’ondata di maltempo eccezionale che si è abbattuta sull’intera Italia e che ha fatto danni e vittime ovunque.

A distanza di poco più di un mese, il tema sarà approfondito nella sede della sezione Cai di Verona, in via S. Toscana 11, venerdì 7 dicembre alle 21.
Ospite di prestigio della serata, per raccontare nei dettagli l’avvenimento, con un'attenzione specifica a quanto avvenuto sulle montagne del nord-est, e spiegarne le cause e gli effetti sarà Franco Frigo, 61 anni, nativo di quella Asiago profondamente ferita da quell’ondata di maltempo.

Le note professionali del relatore lo presentano come socio della sezione Cai di Bassano del Grappa, Presidente del Comitato scientifico del Cai Veneto-Friulano, dottore in scienze forestali e guida naturalistica e ambientale; la passione conduce a parlare di un escursionista, alpinista, che pratica sci da fondo, sci alpino e mountain bike.

Nel contesto veronese, Franco Frigo farà da guida su un sentiero alpino ideale, mostrando la devastazione di quei giorni e cosa sia vitale fare per non incorrere negli stessi errori.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro