Al Rifugio Capoposto (Passo San Leonardo, Majella)

In cammino per 9,5 km in un'area dove è stato raggiunto lo scopo di proteggere i frutti di bosco, l’orapo ed altro, dall’assalto dei raccoglitori. Trovati purtroppo rifiuti all'interno del rifugio non custodito.

In cammino nel bosco

5 luglio 2019 - Finalmente una giornata limpida e senza afa, anche se calda. Con queste condizioni si suda poco ed è un beneficio per l’organismo, che ha più energia. Camminare nel bosco fresco, godersi il panorama sulla Maiella, senza rumori per l’assenza di escursionisti, è l’occasione per rilassarsi.

Purtroppo il rifugio Capoposto, per colpa delle persone incivili, ha mucchi di rifiuti abbandonati. Le bottiglie vuote, perché le persone non le portano indietro a valle? È fastidioso fare paragoni con il Bivacco Baroncelli nelle Prealpi bergamasche, dove c’è cultura e no disordine.

L’ avviso ZONA A – RISERVA INTEGRALE, collocato dal Parco Nazionale della Maiella, prima di arrivare alla piana, ha raggiunto il suo scopo, quello di proteggere i frutti di bosco, l’orapo ed altro, dall’assalto dei raccoglitori. Essendo l’orapo, (una pianta erbacea, selvatica e spontanea), un piatto molto richiesto nei ristoranti, perché non prevedere un'impresa collettiva del luogo, che può coltivarla, raccoglierla e venderla?

Distanza 9,5 km
Dislivello 520 metri
Tempo 3 h 30 min.
Difficoltà E

Le foto sono visualizzabili qui

Luciano Pellegrini
CAI Chieti

Segnala questo articolo su:


Torna indietro