Al via il secondo corso per accompagnatori sezionali di escursionismo del CAI Alto Adige

Primo appuntamneto il 22 marzo a Salorno: iscritti in 69, provenienti anche dalla SAT

Escursionisti CAI in Alto Adige

La Commissione Provinciale di Escursionismo del CAI Alto Adige informa che sabato 22 marzo a Salorno prenderà il via il 2° Corso ASE rivolto alla formazione di Accompagnatori Sezionali di Escursionismo (ASE). La frequenza del corso di formazione per sezionale costituisce la condizione indispensabile per poter accedere poi ai successivi corsi e conseguire l’eventuale titolo di Accompagnatore di Escursionismo di Primo Livello, e successivamente di Secondo Livello.

Il corso è articolato in quattro sessioni: base culturale comune (sabato 22 e domenica 23 marzo), base tecnica comune (sabato 29 e domenica 30 marzo), tirocinio con escursioni pratiche, formazione tecnica specialistica finale (sabato 18 ottobre).

Gli sforzi fatti dalla Commissione Provinciale di Escursionismo del CAI Alto Adige in collaborazione con la SPE (Scuola Provinciale di Escursionismo) e la Commissione Provinciale di Escursionismo della SAT ha dato i suoi risultati: dopo una capillare informazione con incontri intersezionali, ben 69 allievi, tra cui numerose donne, sono iscritti a questo corso.

L’obiettivo comune di CAI e SAT nell’escursionismo è quello di camminare assieme mettendo in comune tutte le sinergie collaborative possibili al fine anche di un progressivo ricambio generazionale. Il Presidente della Commissione di Escursionismo Bolzano, Cesare Cucinato, il Presidente della Commissione di Escursionismo di Trento Sergio Gelmini ed il direttore della Scuola Luigi Cavallaro sono fermamente convinti che sia questa la strada giusta per attivare un percorso virtuoso e di rivalutazione del ruolo e dei compiti degli Accompagnatori nel CAI e nella SAT in questa area territoriale.

Per fare ciò hanno già attivato un piano formativo permanente che consenta a quanti vorranno intraprendere questi percorsi formativi di avere sempre davanti una prospettiva aperta e percorribile, tramite corsi ed aggiornamenti periodici.

Fonte: Alto Adige

Segnala questo articolo su:


Torna indietro