Alpi Carniche, inaugurato il rinnovato Bivacco Lomasti del CAI Pontebba

Ubicato a 1900 metri sotto la Sella d'Aip, il punto d'appoggio è stato ristrutturato nell'ambito del progetto "PassoPass": realizzato con legno di larice e abete, è studiato per resistere al vento e scaricare velocemente gli accumuli di neve.

Un momento dell'inaugurazione

15 ottobre 2019 - Una bella giornata di sole e di festa a 1900 metri d'altitudine sotto la Sella d'Aip, nelle Alpi Carniche, per l'inaugurazione del bivacco Lomasti. In tanti, sabato 12 ottobre, hanno raggiunto il rinnovato punto di appoggio per escursionisti e alpinisti che è stato ristrutturato nell'ambito di “PassoPass”, il progetto Interreg che ha come fine la valorizzazione sostenibile dell'area compresa tra Passo di Monte Croce Carnico e Passo Pramollo e che vede coinvolto un gruppo di sezioni di montagna dei Club alpini italiano e austriaco.

Partner del progetto sono infatti le sezioni CAI di Moggio Udinese, Pontebba e Ravascletto con le sezioni dell'Österreichischer Alpenverein Hermagor e Obergailtal-Lesachtal, insieme al Dipartimento di Scienze AgroAlimentari, Ambientali e Animali dell'Università degli Studi di Udine, mentre partner associati sono CAI Friuli Venezia Giulia e ÖAV Carinzia.

Il nuovo manufatto, che con la lamiera del rivestimento conserva esternamente l'iconico colore rosso dei 'bivacchi Fondazione Berti', ha una struttura a botte studiata per resistere al vento e scaricare velocemente gli accumuli di neve, ed è stato realizzato pressoché interamente con legno lamellare di larice e abete bianco e rosso. I lavori sono stati affidati a un'impresa locale, la Diemme Legno di Pontebba (UD), improntandoli sulla sostenibilità con materiale ecocompatibile e a 'chilometro zero', utilizzando legno proveniente dalla filiera regionale certificata PEFC.

Se l'inaugurazione è stata occasione per ripercorrere insieme ai rappresentanti dei partner le tappe e le numerose attività del progetto, anche con l'allegra presenza di molti ragazzi che quest'estate hanno partecipato al Campus transfrontaliero, l'evento è stato dedicato al ricordo sentito e affettuoso di Ernesto Lomasti, alla cui memoria è intitolata la struttura che veniva costruita per la prima volta proprio nel 1979, anno della prematura scomparsa del forte alpinista.

A completare la giornata di festa a tutto tondo, l'importante traguardo della sezione CAI di Pontebba, proprietaria del bivacco, che quest'anno celebra il novantesimo anniversario della propria fondazione.

Giuliana Tonut
Ufficio Stampa CAI FVG

Segnala questo articolo su:


Torna indietro