Alpinismo e altruismo: la Via del Cielo, un sogno realizzato dagli alpinisti abruzzesi

Il Team Esplora, guidato da Davide Peluzzi del CAI Arsita, ha realizzato una ferrata sulle rocce dell'IceFall del Drolambau, che conduce al Rifugio Austrian Hut (non anciora ultimato). Questo per facilitare il lavoro ai portatori d'alta quota.

Stesura cavo d'acciaio

5 dicembre 2017 - Drolambau glacier primavera 2011: tre giovanissimi portatori in lacrime, immersi in una violenta tempesta di neve a quota 5400 metri. Spaventati dalla bufera e dalla durezza della natura selvaggia himalayana, si rifiutarono di oltrepassare il Tashi Lapcha a 5800 m.

Quando arrivammo a Lukla e poi a Kathmandu, promettemmo a noi stessi e all'allora Sottosegretario alla Cultura del Nepal Jaya Ram Sheresta (vedi libro Oma Tsho - ed. Vajra Books) di trovare una "via" per il miglioramento delle condizioni di lavoro dei portatori d'alta quota in Himalaya.

Il "sogno" nel 2017 è stato concretizzato con la costruzione della Via Ferrata sulle rocce dell'IceFall del Drolambau che condurrà al Rifugio "Austrian Hut" in via di realizzazione.
La struttura ricettiva d'alta quota, ideata dall'amico Josef Einwaller, darà sicurezza a tutti i portatori ed alpinisti che affronteranno l'area del Drolambau glacier, la nuova frontiera dell'alpinismo himalayano.

Grazie agli Sherpa della Rolwaling e in particolare all'amico Phurba Tenzing Sherpa - Dreamers Destination per i permessi e il supporto tecnico-logistico, alla ditta Fratelli Persia Costruzioni di Tottea per i cavi in acciaio, i materiali ed attrezzature da lavoro.
Grazie a Intermatica SPA per la telefonia satellitare e a MICO Sport per la fornitura dell'abbigliamento tecnico.

Il Team Explora è composto da Davide Peluzzi (capo spedizione) Sezione CAI Arsita, Giorgio Marinelli (vice Capo Spedizione), Phurba Tenjing Sherpa, Marco Di Marcello (Biologo), Paolo Cocco (Fotografo), Giuseppe de Angelis (Logistica), Marco Sazzini (Laboratorio Molecolare UniBo), Karma Sherpa e Patang Sherpa.
Dall’Italia, Roberto Madrigali (Meteo) e Carmela Modica (Press).

Team Esplora

Segnala questo articolo su:


Torna indietro