Alpinismo giovanile CAI Forlì, sotto la neve del Monte Fumaiolo la prima uscita 2018

I 24 bambini (8-11 anni) hanno conosciuto le operazioni relative all'elaborazione del bollettino valanghe, si sono cimentati con simulazioni di ricerca dispersi e, ciaspole ai piedi, sono arrivati al rifugio Moia.

Sotto la neve con le ciaspole ai piedi

22 febbraio 2018 - Domenica 18 febbraio ha preso via l’attività in ambiente del 2° corso di Alpinismo Giovanile della sezione di Forlì del Club Alpino Italiano. I ventiquattro bambini partecipanti (8/11 anni) hanno avuto modo di conoscere più da vicino il fascino e i misteri della montagna in inverno, trascorrendo una giornata piena di neve nella zona del monte Fumaiolo.

L’uscita è iniziata al campo di rilevamento del passo della Biancarda, dove i Carabinieri Forestali della stazione di Verghereto ci hanno mostrato le diverse operazioni che portano all’elaborazione del bollettino valanghe.
Dopo aver fatto la conoscenza con gli strumenti di rilevazione dei dati nivometeorologici, i bambini sono stati coinvolti nell’uso della sonda per la ricerca dei dispersi in valanga.

Calzate poi le ciaspole, sotto una fitta nevicata siamo arrivati nei pressi del rifugio Moia. Qui è iniziata la simulazione della ricerca sotto la valanga, famigliarizzando con l’ARTVA e il suo utilizzo. Il percorso di ritorno nella splendida faggeta, il meritato pranzo al caldo di un camino e l’incontro con Nebbia (splendido esemplare di Assiolo africano) hanno scandito la seconda parte della giornata. Giornata che rimarrà di sicuro nella memoria di molti, prima di un anno piena di avventure e giochi in montagna.

Per info ag@caiforli.it.

Alpinismo giovanile CAI Forlì

Segnala questo articolo su:


Torna indietro