Alpinismo giovanile di Veneto e Friuli Venezia Giulia: "una giornata istituzionale tra regolamenti, attività svolte e progetti futuri"

Sabato 5 ottobre a Conegliano Veneto si è svolto il Congresso AG Interregionale, giunto quest'anno alla 33a edizione, che ha fatto da prologo a quello nazionale in programma questo fine settimana.

I lavori del congresso

18 ottobre 2019 - Sabato 5 ottobre: Conegliano Veneto, terra del Prosecco Superiore e del Cima, dei sapori e della cultura, è stata la location scelta dalla Commissione Interregionale Veneto-Friulana-Giuliana di Alpinismo Giovanile del Club Alpino Italiano per il Congresso annuale, giunto nel 2019 alle 33° edizione.

L’Alpinismo Giovanile è quella branca del CAI che accompagna in montagna i giovani dagli 8 ai 17 anni secondo I dettami del “Progetto Educativo del CAI”, che vede un’“intenzionalità educativa” in ogni attività progettata.
Tanti i temi discussi tra gli Accompagnatori di due regioni che si sono incontrati tra le bellissime colline di Conegliano. Una giornata istituzionale tra regolamenti, attività svolte e progetti futuri. All’ordine del giorno anche il prossimo Congresso Nazionale di Alpinismo Giovanile (che si terrà a Dolcé (VR) il 19-20 ottobre p.v.), dove si presenteranno i candidati al ruolo di Commissario Centrale di Alpinismo Giovanile. La sede scelta è stata l’Aula Magna dell’Università CIRVE, all’interno del polo scolastico “Cerletti”.

Con il proprio Patrocinio l’Amministrazione Comunale ha accolto volentieri questo evento, che ha fatto da gancio anche all’anteprima della Mostra di illustrazioni storiche proprio a tema “montagna” che sarà allestita a Palazzo Sarcinelli nel 2020 e che vedrà la possibilità di un ingresso agevolato per i soci C.A.I.. Grande lavoro di organizzazione della locale Sezione del CAI, che ha impeccabilmente svolto le indispensabili operazioni di supporto ad un evento di tale portata.

Devis Da Lozzo
Presdente OTTO AG VFG

Segnala questo articolo su:


Torna indietro