Alpinismo giovanile, il Cai Mestre riparte con le attività per i ragazzi

la sezione è pronta a proporvi una prima escursione, il 5 settembre, in Val Salatis con partenza da Malga Cate e con obiettivo malga Stele o oltre per il sentiero che porta al Rifugio Semenza

Il rifugio Semenza

12 agosto 2020 - Dopo la lunga sosta dovuta al periodo emergenziale, avendo avuto le Linee guida per la ripresa delle escursioni sociali, predisposte dal CAI, d’intesa con la Commissione centrale per l’Alpinismo Giovanile, anche il nostro Gruppo AG “Gigio Visentin” si è riunito ed ha valutato la possibilità di una graduale ripresa delle attività in ambiente con i ragazzi.

Ricevuta l’autorizzazione dal direttivo della Sezione di Mestre, la sezione è pronta a proporvi questa prima escursione, sabato 5 settembre, in Val Salatis con partenza da Malga Cate e con obiettivo malga Stele o oltre per il sentiero che porta al Rifugio Semenza.

L’escursione dovrà rispettare alcune regole:

-n° di partecipanti: 10 ragazzi + 3 accompagnatori, nel caso in cui il numero dei partecipanti dovesse  essere  maggiore  sarà  possibile  prevedere  più  gruppi  autonomi  che  potranno percorrere itinerari diversi oppure lo stesso itinerario con partenza scaglionata;

-modalità di iscrizione e di accettazione: come di consueto sarà raccolta in modalità on line e  confermata  nei  giorni  precedenti  l’uscita.  Al  presente  programma  sono  allegati un modulo di autocertificazione che dovrà essere restituito compilato e firmato da un genitore, e l’informazione sulle modalità di gestione delle attività adottate al fine di prevenire  la  diffusione  del  contagio,  con  indicazione  dei  DPI  obbligatori  per  la partecipazione.

Per l’uscita è previsto il pranzo al sacco. Anche se siamo in estate le temperature possono essere variabili  pertanto  l’abbigliamento  dovrà  essere  quello  consueto  da  alta  montagna  (necessarie calzature  alte  con  suola  scolpita  e  pantaloni  lunghi  estivi),  lo  zaino  dovrà  essere  di  capacità adeguata per contenere oltre alla borraccia ed al pranzoanche quello che durante la camminata i ragazzi potrebbero non indossare (giacca anti pioggia, felpa, pile, berretto di cotone etc.)

Oltre allo zaino i ragazzi dovranno avere anche una borsa a parte, non ingombrante, da lasciare in pullman con calzature e ricambio per il viaggio di ritorno.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro