Alta Via n.2 delle Dolomiti, il ricordo del primo trekking del 1972

Sei Soci del CAI Cittadella (dai 20 ai 45 anni) decisero di percorrerla nel luglio 1972, da pionieri assoluti.

Articolo dell'epoca

13 dicembre 2019 - Siamo nel giugno 1972. Cinque amici più il sottoscritto, dopo aver letto un opuscolo sull’Alta Via n°2, decidono di percorrerla, in prima assoluta, da pionieri nel mese di luglio.

Zaino in spalla, attrezzati di tutto punto, sabato 1° luglio, portati in auto da due amici sotto la Plose (Bressanone), siamo partiti in anteprima assoluta per la suddetta Alta Via n°2. 

Sei amici affiatatissimi ed allegri che in ogni rifugio hanno lasciato un segno del CAI di Cittadella, un segno inconfondibile per lo spirito alpinistico e sincero come si conviene tra persone perbene, ad eccezione di una discussione avuta con il gestore del Rifugio Castiglioni ai piedi della Marmolada per il trattamento non proprio montanaro che ebbe nei nostri confronti.

In tutti gli altri rifugi, invece, i gestori ci hanno ben accolti e coccolato: da Germano Kostner del Rifugio Pisciadù fino al Rifugio “Dalla Corina” a Campo Croce in Grappa.
Purtroppo un componente del nostro gruppo è stato costretto ad abbandonarci al Passo San Pellegrino perché ha voluto a tutti i costi lavarsi e fare un tanto desiderato bagno, errore che noi non abbiamo commesso.  

Uno dei componenti del gruppo, cioè Gino, al suo rientro a casa non è stato riconosciuto da suo padre. Scambiato per un povero barbone è stato riconosciuto solamente dal suo cane.
Il più anziano del gruppo era Armando di 45 anni e il più giovane era Attilio di 20 anni.

Ho scritto queste poche righe per ricordare tre amici carissimi che hanno compiuto questa impresa con noi. Un ricordo va all’amico Gino, all’amico Armando, all’amico Adriano, che vagano per le montagne del cielo ridendo di noi giovani anziani che in montagna non vanno più neanche in auto.

Ci hanno lasciato per “montagne” più alte, ma sono sempre presenti nei nostri cuori e pensieri quando ci si trova a rammentare quei quindici giorni trascorsi insieme: dal metro e mezzo di neve caduta sul Piz Boè, al sole cocente di Cima Grappa.

Ad maiora
                            Adriano e Renzo detto Strike    

Segnala questo articolo su:


Torna indietro