Baby Ragni di Lecco, primi passi al Promo Rock

70 bambini e ragazzi con le scarpette ai piedi hanno partecipato all'appuntamento di Valmadrera del 7 novembre 2015, tra cui un eterogeneo gruppo dei Ragni. Una curiosità: le femmine erano il doppio dei maschi

Il sorrico di una "ragnetta" lecchese

Sabato 7 novembre 2015 è cominciata la 16ma edizione del circuito promozionale Pomo Rock.
A Valmadrera eravamo davvero in tanti, una cinquantina i bambini delle elementari e i ragazzi delle medie e una ventina quelli della categoria delle superiori.

Il nostro gruppo era molto eterogeneo con bambini dei corsi curiosi di vedere come funziona una gara, i piccoli della Pre Agonistica vogliosi di confrontarsi coi loro compagni e i “veterani” della squadra Agonistica che riprendono confidenza con le sensazioni di gara.

Come da copione partono i più piccoli delle elementari, una categoria per 1^ e 2^ e una unica per 3^, 4^ e 5^.
Balza subito all’occhio che il numero delle bambine è il doppio di quello dei maschietti…..facile in un'attività dove componente psicologica, coordinazione, destrezza la fanno da padrone sulla pura e semplice forza.
Alle 14.30 la piccola Giulia di 6 anni dà il via alla gara, con la sua prima prova, su tre percorsi di difficoltà, mentre i maschi partono a confrontarsi sul tracciato di velocità.
Tutti i bambini sembrano davvero preparati e chiudono facilmente le tre vie di difficoltà….così sarà il tempo impiegato nella velocità a fare la classifica vera e propria.

La categoria 3-4-5 elementare viene a ruota, solo loro erano in 50. In certi momenti si fa fatica a capire dove bisogna aspettare il proprio turno e in che prova, ma gli organizzatori ormai veterani di questo circuito riescono a gestire al meglio la situazione, seguendo gara, premiazioni e rinfresco nello stesso momento.

Noi avevamo 9 atleti nella seconda categoria.
L’unico maschietto, Andrea, alle sue prime gare capisce che deve lavorare bene sulla velocità e che la grinta in lead non gli manca e chiude a metà classifica.
Tra le ragazze c’è grande bagarre e spirito di squadra studiando tutte insieme i tracciati sotto l’occhio tecnico di Marina.
Altro ragno in palestra era Luca, venuto a fare il tifo per Giulia e come tecnico foto della nostra squadra!
Tutti maschi e femmine chiudono le tre vie in catena, nulla di fatto, solo la velocità determinerà la classifica.
Per stare nelle prime 10 bisogna star sotto i 15 secondi e tre delle nostre ragazze ci riescono!

A pomeriggio inoltrato è il turno delle medie, per noi 6 atleti con possibilità di podio.
La gara entra nel vivo, infatti per questa categoria i tracciatori hanno voluto 4 percorsi di difficoltà per poter scremare al meglio un risultato importante.
Francesca e Simone sono alla loro prima esperienza e l’emozione di dare sfogo a questa sua passione passa sopra tutto questa volta. Glenda si vede il podio tra le mani, ma solo Alessia riesce ad agguantarlo per questa volta.
Tra i ragazzi è Pietro a impressionare, chiude tutte le vie di qualifica e corre come un missile sul tracciato della velocità. È secondo.

Rumori di trapano preannunciano i cambiamenti nei tracciati di difficoltà finalmente è l’ora dei grandi. Categoria superiori. Solo 2 dei ragazzi dell’agonistica, Luca e Marco, vengono a testare i nervi e la concentrazione per le prossime gare.
Solo in 2 chiudono tutte le vie di lead (una ha un passaggio davvero ostico e di non facile lettura) e si giocano il podio con la speed. Luca sale come un razzo, ma 6 secondi sono troppi, è secondo in velocità per 2 secondi.
Ma chi è stato più veloce di lui non è stato altrettanto bravo nella difficoltà, così Luca sale sul gradino più alto del podio!
Marco poco distante nella velocità, trova il passaggio della difficoltà un pò di misura e si ritrova quinto, ma aveva ancora energie per uno splendido tifo per il compagno di squadra!!!

Ragni di Lecco

Segnala questo articolo su:


Torna indietro