CAI Erba, partenza più che positiva delle escursioni per bambini e ragazzi

I 45 iscritti al corso di alpinismo giovanile 2017 sono andati alla cascata del Cenghen il 2 aprile, mentre l'8 presso l'eremo di San Salvatore hanno affrontato tre diverse piazzole, ascolatando rudimenti teorici su preparazione, grotte e nodi e corde.

A lezione di nodi

14 aprile 2017 - Bilancio positivo per le prime due uscite di alpinismo giovanile Cai Erba: il corso 2017 è cominciato domenica 2 aprile presso la cascata del Cenghen ad Abbadia lariana, sul sentiero del viandante con 45 iscritti. La seconda uscita, prevalentemente teorica si è svolta sabato 8 aprile presso l'eremo di San Salvatore.

L'attività si è svolta in piazzole nelle quali venivano affrontati diversi argomenti: per esempio come preparare lo zaino, quali oggetti dai molteplici utilizzi portare in montagna e come sopravvivere in caso di necessità. Questa piazzola era tenuta da Franco Bramani, ex presidente del Cai di Asso e socio del gruppo Speleo Erba.

Nella seconda piazzola si parlava delle grotte, come entrarci, come vestirsi e quale materiale viene utilizzato dal gruppo speleologico. Le informazioni erano gestite dal gruppo Sce, Speleo Club Erba. Infine nel terzo gruppo si affrontava il tema di nodi e autobloccanti, progressione su corda fissa, risalita su corda, utilizzo del kit da ferrata, a cura di Walter Pasut, membro della scuola di alpinismo Alta Brianza.

«Purtroppo abbiamo dovuto rifiutare un'altra decina di iscritti ma ci auguriamo che vorranno partecipare alle attività aperte a tutti del gruppo giovani, hanno spiegato gli organizzatori. La prossima uscita sarà il Sentiero delle vasche a Valmadrera il prossimo 30 aprile.

Chi volesse iscriversi può farlo scrivendo a gruppogiovani@caierba. Il Cai ricorda che la sezione chiusa per Pasqua riaprirà il giorno venerdì 21 aprile alle 21 con la messa per i soci defunti. La sezione augura buona Pasqua a tutti i soci e agli amici.

Fonte: La Provincia di Como

Segnala questo articolo su:


Torna indietro