CAI Lombardia: nove nuovi Operatori sezionali tutela ambiente montano

Tre di essi sono iscritti al CAI Brescia, altri tre al CAI Crema, gli altri alle Sezioni di Gavirate, Milano e Missaglia. La prova d'esame effettuata a Villa Cagnola, nei pressi della sorgente del fiume Olona.

I nuovi operatori

12 novembre 2018 - Lo scorso 10 novembre si è concluso il corso per operatori sezionali TAM della regione Lombardia. Sono 9 i partecipanti che hanno affrontato (tutti brillantemente) la prova d’esame, svolta in una brumosa giornata, a poche decine di metri dalle sorgenti del fiume Olona, a Villa Cagnola, nella cornice del Parco Regionale del Campo dei Fiori, che ci ha gentilmente ospitati.

Questi i loro nomi e le sezioni di appartenenza dei neo-operatori: Alice Costanzo (Sezione di Gavirate), Lucrezia Vaccaro (Sezione di Milano), Mariangela Riva (Sezione di Missaglia), Antonio Vitali, Roberto Massoli e Roberto Boniotti (Sezione di Brescia), Giuliana Castellazzi, Irene Botturi e Mariangela Savoia (Sezione di Crema).
Tutti motivatissimi, nella discussione post esame hanno lanciato una serie di proposte per le attività che già nei prossimi mesi intendono lanciare nelle proprie sezioni.

Secondo lo spirito del Bidecalogo, che invita a sostenere le popolazioni delle Terre Alte anche consumando i prodotti di allevatori e agricoltori di montagna, la discussione sulle attività TAM è proseguita intorno ad una tavola in un agriturismo del vicino paese di Brinzio, con degustazioni di prodotti del Consorzio dei Castanicoltori, che raggruppa alcuni piccoli produttori riunitisi per rilanciare un prodotto che un tempo era sulle tavole di tutti e che in questi luoghi ha determinato sia le forme del paesaggio che la cultura dei luoghi.

Roberto Andrighetto
CRTAM CAI Lombardia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro