CAI Merano, serate con riflessioni esistenziali sulla montagna

Otto serate (una al mese a cominciare da stasera) con tema "Non conferenze, ma confidenze", che vogliono rendere la Sezione un luogo dive mettere in comune le esperienze di ognuno sull’argomento di volta in volta trattato.

20 settembre 2018 - Ci siamo aperti alla città, noi del Cai di Merano. E lo facciamo con 8 serate, una al mese a cominciare da stasera alle 20.30 nella nostra nuova sede di Corso Libertà 188, incentrate sui temi della montagna, affrontati però da un’angolatura esistenziale che ci spinga a riflettere e ad approfondire il rapporto fra noi soci e tutti quelli che vorranno intervenire.

I temi sono infatti: la paura, la solitudine, il silenzio, il tempo, la morte, intervallati da un monologo e da un incontro su un mondo altro, la montagna appunto, con lo scrittore Luigi Maieron e con una sceneggiatrice che ci racconterà l’evoluzione delle storie dalla tradizione orale al cinema.

Temi questi che in montagna sono percepiti in modo completamente diverso dalla città, una specie di ritorno all’essenziale quando gli uomini ancora si incontravano, parlavano, solidarizzavano. Il futuro che attinge dal passato e vorremmo cominciare anche noi ad aprire una riflessione su questo. Per non restare quelli che portano la gente in montagna e poi la riportano indietro.

Un’iniziativa affinché il Cai Merano diventi un luogo di aggregazione che, usufruendo anche di una biblioteca sulla montagna, finalmente catalogata, di una palestra, finalmente agibile e dell’abitudine che con queste serate speriamo si stabilisca di ritrovarci ogni giovedì, intensifichi i rapporti con soci e simpatizzanti.

Il programma (scaricabile qui sotto) ha come sottotitolo ‘Non conferenze, ma confidenze’ vuole sottolineare il concetto di vicinanza, anche fisica. Infatti non ci saranno tavoli divisori fra chi parla e chi ascolta, ma una sedia con l’ospite e intorno tutti noi che non ci limiteremo ad ascoltare, come appunto succede nelle conferenze, ma - ci auguriamo - metteremo in comune le nostre esperienze sull’argomento di volta in volta trattato.

Giovanni Greco
Presidente CAI Merano


Segnala questo articolo su:


Torna indietro