CAI Pordenone, una campagna crowdfunding per riparare la campana della Val Montanaia

La sezione friulana ha lanciato una campagna per poterla riportare alla sua condizione originaria

20 febbraio 2020 - Il campanile della Val Montanaia accoglieva gli alpinisti che risalivano la via tra due gruppi dolomitici: i Monfalconi e gli Spalti di toro, in Friuli Venezia Giulia. Le prime cordate a far risuonare i rintocchi della campana, sono state quelle formate da Von Glanvell e da Von Saar e dai triestini Cozzi e Zanutti. Negli anni, alpinisti provenienti dal Friuli, dall'Italia, dall'Europa e da tutto il mondo hanno affrontato la salita per raggiungere le pareti di questa famosissima guglia dolomitica, 

Nel settembre 2019 però, la campana è stata colpita da un fulmine. Per ripararla, la sezione del Club Alpino Italiano di Pordenone ha lanciato una campagna di crowdfunding per poterla riportarla alla sua condizione originaria. L’obiettivo da raggiungere è 1000 euro. Al momento sono stati raccolti 107 euro. 

“Desideriamo coinvolgere tutti coloro i quali amano la montagna e i tesori che custodisce. I tantissimi che il Campanile l’hanno salito e hanno avuto il privilegio di far rintoccare la campana, ma anche tutti quelli che il suono della campana lo hanno ascoltato dalle pendici, in ascesa al bivacco Perugini o in cammino sulla Via dei Silenzi.Un piccolo contributo di molti darà nuova vita ad un suono che rappresenta per noi un orgoglio e un simbolo di fratellanza”, si può leggere nella pagina dedicata alla campagna di raccolta fondi

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro