Cai Puglia, eletto il nuovo presidente del gruppo regionale

L'Assemblea dei delegati ha eletto Ferdinando Lelario, già presidente per due mandati consecutivi del Cai Foggia

l'intervento del presidente Lelario (al centro)

19 ottobre 2020 - L'Assemblea dei delegati del CAI Puglia (Club Alpino Italiano), tenutasi a Bari il 10 ottobre scorso, ha eletto quale nuovo presidente Ferdinando Lelario, tra i fondatori della Sezione di Foggia, della quale è stato presidente per due mandati consecutivi. Sono stati eletti nel Consiglio Direttivo anche i consiglieri Antonio Fischetti e Raffaele Berlantini (CAI Foggia), Marco Pesola (CAI Bari) e Mario De Pasquale (CAI Gioia del Colle), già presidente del Gruppo Regionale Puglia per due mandati, dal 2010 al 2016.

Ferdinando Lelario, dopo aver ringraziato tutti per la fiducia, ha evidenziato come il suo impegno sarà rivolto soprattutto a valorizzare e radicare il CAI in Puglia. “Una regione tra le più belle dell’Italia ma di difficile gestione – ha detto - con i suoi oltre 400 km di lunghezza e soltanto tre sezioni a coprire questo vasto territorio. Per questo motivo importante sarà far diventare quanto prima Sezione la sottosezione di Lecce, che potrà crescere e radicarsi nella penisola salentina, la punta più a oriente dell’Italia con le sue numerose oasi e riserve naturali. Un’attenzione particolare sarà dedicata ai due parchi nazionali in Puglia, quello del Gargano e quello dell’Alta Murgia, per creare non solo collegamenti tra il Sentiero Italia CAI che corre lungo la dorsale appenninica con il Sentiero dei Parchi che raggiungerà i due parchi nazionali ma arrivare a un protocollo d’intesa con gli Enti Parco, che affronti il problema della sentieristica e della valorizzazione del turismo lento”.

Il presidente inoltre ha dichiarato che si impegnerà a mantenere un continuo rapporto con le Commissioni regionali (sentieristica, scientifiche), per potenziarle e farle crescere, nonché con tutte le Sezioni CAI della regione per portare avanti due temi fondamentali: cura e tutela dell’ambiente e della natura; migliore percorribilità del Sentiero Italia.
Infine, il nuovo presidente ha chiesto a tutte le Sezioni CAI della Puglia di lavorare alla crescita e al radicamento del CAI in Puglia per la valorizzazione delle Terre Alte.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro