Cai “Vallelonga Coppo dell’Orso”, la prima giornata del progetto di montagnaterapia

Il progetto è ideato e condiviso con il Centro di Salute Mentale di Sant’Egidio alla Vibrata (ASL Teramo) e dalla Commissione Medica del CAI Abruzzo e dalla Sottosezione CAI Val Vibrata

03 agosto 2020 - Il Presidente della Sezione CAI “Vallelonga Coppo dell’Orso” Marina Buschi esprime grande soddisfazione per l’ottima riuscita della prima giornata del Progetto di Montagnaterapia, ideato e condiviso con il Centro di Salute Mentale di Sant’Egidio alla Vibrata (ASL Teramo) e dalla Commissione Medica del CAI Abruzzo e dalla Sottosezione CAI Val Vibrata.

L’iniziativa, inoltre, è stata sponsorizzata dai Comuni di Gioia dei Marsi e Lecce nei Marsi nonchè dal Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. La manifestazione ha visto la presenza della Sottosezione CAI Val Vibrata,delle Sezioni  Cai Avezzano e CAI Sulmona, oltre ad Associazioni locali.

Il percorso per l’escursione (difficoltà E, dislivello 120 m , 14 Km A/R)  ha preso il via dal Rifugio del Diavolo nel Comune di Gioia dei Marsi per poi raggiungere il Rifugio della Cicerana, ed ancora proseguire fino ad ammirare la Faggeta Vetusta di Selva Moricento (Riconosciuta Patrimonio UNESCO nel 2017) nel Comune di Lecce nei Marsi.

Il Dott. Carusi e la Dott.ssa Valeria Martini  spiegano che l’itinerario ideato ed affrontato ha soddisfatto a pieno l’obiettivo del Progetto: attraverso il rapporto con la natura e con il gruppo si gioca il valore della montagnaterapia per chi è più fragile; condividere l’escursione significa superare le barriere insieme. dai Sindaci di Gioia dei Marsi Avv. Gianclemente Berardini e di Lecce nei Marsi Dott. Gianluca De Angelis: "La nostra intenzione è realizzare nei nostri Comuni percorsi fruibili anche da persone diversamente abili (handicap motorio- non vedenti)", dichiarano i sindaci di Gioia dei Marsi Avv. Gianclemente Berardini e di Lecce nei Marsi Dott. Gianluca De Angelis.

Anche il Direttore del Paco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, Dott. Luciano Sammarone ha accolto positivamente l’iniziativa e partecipato attivamente, grazie alla messa a disposizione delle Guardie Parco che hanno accompagnato i partecipanti durante l’escursione, il tutto nel rispetto della normativa Covid-19.

La Presidente della sezione Cai Vallelonga Coppa dell'Orso Marina Buschi, evidenzia che questo e solo l’inizio di un percorso che vede programmati entro l’estate,  altri tre appuntamenti escursionistici nel Comune di Opi (località Val Fondillo), Comune di Collelongo (località Prati Sant’Elia) e Comune di Villavallelonga (località Prati d’Angro).

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro