Cai Viterbo, pronto il sentiero per i monti Cimini

Finalmente il Monte Palanzana, la montagna tanto cara a generazioni di Viterbesi, è ora raggiungibile a piedi direttamente dalla città tramite un sentiero perfettamente segnalato. Lo stesso sentiero prosegue e si innesta con il sentiero Cai n.103

11 settembre 2020 - Finalmente il Monte Palanzana, la montagna tanto cara a generazioni di Viterbesi, è ora raggiungibile a piedi direttamente dalla città tramite un sentiero perfettamente segnalato. Lo stesso sentiero prosegue e si innesta con il sentiero Cai n.103 permettendo di raggiungere così i Monti Cimini e la Riserva del Lago di Vico.

Si parte dal quartiere Murialdo, precisamente da Via Monti Cimini, incrocio con Via Ippolito Nievo: da qui si seguono i segnali bianco rossi del Cai che ci guidano per Strada Montepizzo e quindi Riserva dell’Arcionello. Si giunge all’attacco della “direttissima” , un ripido sentiero che si inerpica nel bosco della Palanzana fino alla cima a quota 802m (si raccomandano scarponi da montagna e bastoncini da trekking). Dalla cima si può godere di un panorama inegualiabile su Viterbo a gran parte della provincia fino al mare.

Il sentiero CAI n. 120 è stato messo a punto dal CAI di Viterbo ed intitolato a Giuseppe Lupattelli, socio fondatore della Sezione e Presidente per tanti anni; fu lui che per primo cominciò a mettere i primi segnali. Il sentiero va a collegarsi con il sentiero CAI n. 103 e quindi con tutta la rete sentieristica provinciale che la Sezione sta realizzando grazie a numerose collaborazioni con i Comuni e le Associazioni.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro