"Cammina Italia CAI 2019": tre giorni in Umbria tra escursionismo, ripresa post sisma, cultura e coinvolgimento dei giovani

Le tre escursioni sul Sentiero Italia CAI toccheranno, da venerdì 17 a domenica 19 maggio, Accumoli, Castelluccio, Norcia e Visso. Coinvolti gli alunni delle scuole e i ragazzi delle Sezioni umbre. Presente anche questa volta il Presidente generale Torti.

La locandina della tre giorni

14 maggio 2019 - La staffetta non continuativa per rilanciare il rinnovato Sentiero Italia CAI organizzata dal Club Alpino Italiano in tutte le regioni italiane, denominata "Cammina Italia CAI 2019", proseguirà il prossimo fine settimana e attraverserà l'Umbria da venerdì 17 a domenica 19 maggio.

Saranno tre giorni, organizzati dal CAI Umbria e della sue Sezioniall'interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, lungo la dorsale appenninica che interseca in più punti il territorio marchigiano, che condivide con la regione Umbria alcuni tratti del grande percorso escursionistico che il Club alpino sta ripristinando quest'anno. Ma soprattutto sarà una tappa nel cuore delle aree colpite dal terremoto, che ferì il Centro Italia nel 2016. Quindi anche un'opportunità per rilanciare, attraverso la promozione di una frequentazione sostenibile e intelligente, un territorio ricco di paesaggi naturalistici, storia, cultura e arte.

Numerose sono le iniziative e gli eventi in programma che cominceranno per chi vorrà, già la sera del 16 maggio, presso l'agriturismo Alta Montagna Bio di Accumoli, per un incontro con Franco Tanzi, Presidente del CAI Amatrice. La cittadina reatina è stata protagonista della precedente tappa del "Cammina Italia CAI 2019", che ha toccato le terre del Lazio, anch'esse colpite dal terremoto del 2016.

La prima escursione di venerdì 17 maggio, in prima mattinata, partirà da Accumoli e condurrà i partecipanti fino a Castelluccio. Nel paese celebre per le fioriture, venerdì si inaugurerà la nuova Webcam, rimasta inattiva dopo i noti eventi sismici, grazie al contributo del CAI Umbria, finanziatore principale nell'ambito di un crowfounding. In serata incontro con gli operatori del Soccorso alpino e speleologico regionale.

Sabato 18 maggio si ripartirà alle 8.30 da Castelluccio per arrivare verso le 13.30 a Norcia. Alla seconda tappa parteciperanno il Soccorso Alpino e il plesso scolastico del paese, con gli studenti delle scuole medie, che saranno accompagnati per tutto il percorso dai muli di Castelluccio. Il pomeriggio è prevista una conferenza per approfondire le numerose iniziative targate CAI, presso la sala del ristorante Granaro del Monte di Norcia. Parteciperanno il Presidente generale Vincenzo Torti, il referente generale per il progetto di ripristino del Sentiero Italia CAI Alessandro Geri e Fabiola Fiorucci, Presidente del CAI Umbria.

Terza e ultima tappa della staffetta umbra si svolgerà domenica 19 maggio da Norcia verso Visso. I partecipanti, che saranno accolti dalle coralità umbre, avranno l'opportunità di comprare i prodotti locali, prendere parte a una visita guidata nel centro storico e nei monumenti danneggiati dal sisma, per ridare così vitalità e sostegno a queste terre duramente colpite dal terremoto. In questa ultima camminata è prevista la partecipazione dei ragazzi dell'alpinismo giovanile delle Sezioni umbre del Sodalizio.

Dopo gli appuntamenti umbri, il "Cammina Italia CAI 2019" si fermerà per qualche settimana, per poi proseguire nelle Marche il 22 e il 23 giugno.

Per maggiori informazioni: sentieroitalia.cai.it

Comunicato Club alpino italiano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro