Cime a Milano 2017, ecco il programma

Ricerca, reti, giovani, innovazione per lo sviluppo della montagna: queste le parole chiave della due giorni in programma alla Statale l'11 e il 12 dicembre 2017. Il CAI parlerà di rifugi e presenterà EUMA, la neonata rete dei Club alpini europei.

14 novembre 2017 - Come già accennato i giorni scorsi la Giornata Internazionale della Montagna sarà celebrata nel migliore dei modi quest'anno a Milano: lunedì 11 e martedì12 dicembre all'Università Statale torna infatti Cime a Milano, alla seconda edizione dopo gli ottimi numeri dello scorso anno.

Di seguito il programma con i dettagli della manifestazione organizzata da Unimi, Unimont e Club alpino italiano.

- Lunedì 11 dicembre dalle 10.00 alle 19.00 e martedì 12 dicembre dalle 10.00 alle 15.00
MOUNTAIN HACK
Il primo hackathon della scuola italiana sullo sviluppo della Montagna.
Si tratta della prima maratona progettuale dedicata alla montagna, organizzata dal MIUR in collaborazione con Unimont, a cui parteciperanno 100 studenti e i relativi docenti provenienti da tutte le regioni d’Italia. Grazie all’aiuto di mentori, esperti, imprenditori e policy makers da tutta Europa, potranno lavorare insieme, divisi in 12 gruppi, con l’obiettivo di creare modelli, soluzioni e prototipi per affrontare con lungimiranza, responsabilità e mentalità innovativa il tema dello sviluppo, della valorizzazione e della tutela degli ambienti montani.
Mountain-Hack è in linea con gli obiettivi dell’Agenda Globale 2030 per lo sviluppo sostenibile e della Strategia Nazionale Aree Interne e della Strategia Macroregionale Alpina (EUSALP).

- Lunedì 11 dicembre dalle 14.30 alle 18.30
Convegno CAI Nazionale - "I rifugi alpini del CAI: protagonisti a confronto"
Un convegno dedicato al patrimonio dei rifugi CAI, tra storia e progetti futuri, con un excursus sull’evoluzione delle dinamiche di accoglienza dei rifugi, dal punto di vista delle sezioni proprietarie, dei gestori e dei frequentatori, e sul ruolo delle associazioni dei rifugisti nei rapporti con le sezioni del CAI. Due laureate dell’Università della Montagna porteranno la propria testimonianza sulla scelta di vita di aprire un rifugio in montagna, mentre la sezione del CAI di Milano racconterà la propria esperienza nella gestione dei 12 rifugi di sua proprietà. Saranno previsti degli interventi da parte di diversi rappresentanti di gruppi che fruiscono del servizio rifugi e di abituali frequentatori.

- Lunedì 11 dicembre dalle 19.30 alle 21.00
racCONTA LA MONTAGNA
Lancio della rassegna letteraria dedicata alla saggistica e alla narrativa di montagna. Un progetto organizzato da Unimont per dare la possibilità a tutti di avvicinarsi alle montagne (Alpi, Appennini ma anche europee), riscoprendone l’enorme valore culturale attraverso la lettura e la letteratura e mettendo in luce un patrimonio antico capace di unire e far dialogare al di là dei confini.

- Martedì 12 dicembre dalle 10.00 alle 12.30
ITALIAN MOUNTAIN LAB - Verso la costituzione di una piattaforma diffusa e partecipata per lo sviluppo delle montagne italiane
Cime 2017 sarà l’occasione per il lancio del progetto Italian Mountain Lab - capofila UNIMONT - Università degli Studi di Milano - in collaborazione con il MIUR, l’Università del Piemonte Orientale e l’Università della Tuscia al fine di capitalizzare formazione, ricerca, progettazione e networking dedicati in questi anni alla montagna. L’incontro si propone di dare il via alla costituzione di una piattaforma comune per favorire la collaborazione e lo scambio tra le reti di ricerca e innovazione attive per le montagne a livello nazionale ed internazionale, anche grazie anche agli strumenti che il progetto Italian Mountain Lab metterà a disposizione.

Martedì 12 dicembre dalle 12.30 alle 13.30
Le reti internazionali per le montagne - best cases: storia, impatto e potenzialità, possibili connessioni e contatti con reti italiane
Le reti internazionali che da anni si occupano di Ricerca e Innovazione per le montagne porteranno a Cime 2017 la loro esperienza, i loro progetti ed illustreranno le possibilità di collaborare e creare nuove sinergie anche con le reti italiane nell’ottica della programmazione e delle priorità europee. Tra queste saranno presenti NEMOR, Euromontana, ISCAR, EUSALP, la neonata EUMA - rete dei Club Alpini Europei, la Rete Europea dei Musei della Montagna, la Convenzione delle Alpi.

- Martedì 12 dicembre dalle 14.30 alle 15.30
Gli strumenti tecnologici di networking per lo sviluppo delle aree montane
Le moderne tecnologie aprono scenari assolutamente inediti per lo sviluppo delle aree montane grazie alla possibilità di connettersi, dialogare a distanza, scoprire informazioni ed utilizzare strumenti utili per la propria professione, per l’assistenza sanitaria o il soccorso, per alimentare la propria cultura, praticare sport o godere del tempo libero. Laddove le infrastrutture per la mobilità faticano più ad arrivare, è fondamentale il ruolo delle reti per la comunicazione e la condivisione. A Cime 2017 verranno presentati 5 strumenti tecnologici innovativi: la nuovissima Piattaforma della Conoscenza EUSALP e le sue potenzialità per le montagne della Regione Alpina, il portale UNIMONT e la nuova area di lavoro dedicata al progetto Italian Mountain Lab, BiblioCAI - lo strumento per consultare la rete delle biblioteche CAI, Infomont - il catasto online dei sentieri e Georesq, App pensata per il soccorso CAI in montagna.

Dalle 15.30 alle 16.30
Presentazione dei risultati di MOUNTAIN-HACK e premiazione
Una Commissione composta dai facilitatori dei gruppi di lavoro e da membri esterni individuati dal Tavolo di lavoro dell’Italian Mountain Lab valuterà i prodotti presentati dai team.
Seguirà la proclamazione dei progetti vincitori da parte del MIUR.

- Dalle 16.30 alle 17.00
Conclusioni

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro