Circolare n. 6/2019

Emittente: Direzione – Ufficio Ambiente Patrimonio
Oggetto: Bando Fondo Stabile Pro Rifugi 2019
Destinatari: Sezioni CAI
Data: Milano, 5 marzo 2019
Firmato: Il Direttore, Andreina Maggiore

A tutte le Sezioni

Si comunica che il CDC, con specifica deliberazione del 19 gennaio 2019, ha approvato il Bando Stabile Pro Rifugi per l’anno 2019, in continuità con l’esperienza maturata dal Bando Fondo Stabile Pro Rifugi (istituito dall’Assemblea dei Delegati di Varese del 20 e 21 maggio 2006.

Con l’intento di perseguire gli obiettivi strategici del Club Alpino Italiano circa l’ammodernamento delle strutture ricettive, senza penalizzare gli interventi di messa a norma previsti da normative vigenti, il Bando prevede tre specifici settori di finanziamento:

A. Interventi su bivacchi e punti di appoggio: dotazione pari a € 40.000,00 (quarantamila/00 euro);
B. Interventi sui rifugi, di importo complessivo minore o uguale a € 40.000,00: dotazione pari a € 150.000,00 (centocinquantamila/00 euro)
C. Interventi sui rifugi di importo complessivo superiore a € 40.000,00: dotazione pari a quanto rimanente nel fondo detratte le dotazioni delle sezioni A e B, a cui si aggiungeranno i resti eventualmente non assegnati nelle medesime sezioni.

Le domande di finanziamento potranno essere presentate, per ciascun rifugio e nei limiti di cui al punto 2 del Bando, ad uno solo dei settori B e C sopra indicati.

Le domande di contributo dovranno essere trasmesse, alla Sede Centrale mediante posta elettronica certificata all’indirizzo cai@pec.cai.it, entro le ore 24.00 del 15 aprile 2019, con le modalità riportate nel Bando.

Il testo integrale del Bando Fondo Stabile Pro Rifugi 2019 e tutti i modelli necessari alla partecipazione delle Sezioni sono disponibili al link:

https://www.cai.it/andare-in-montagna/rifugi-e-bivacchi/

Per maggiori informazioni o chiarimenti potrete rivolgervi all’ing. Roberto Gandolfi dell’Ufficio Ambiente-Patrimonio ai seguenti recapiti (tel. 02.20.57.23.231, e-mail: r.gandolfi@cai.it).

Il Direttore
Dott.ssa Andreina Maggiore  

Segnala questo articolo su:


Torna indietro