Civismo, tutela e impegno dei giovani

Il Presidente della Commissione Centrale TAM del CAI Filippo Di Donato riflette, dopo le giornate Medimont Parks nel Cilento, sui temi da affrontare oggi, tra educazione ambientale, sviluppo sostenibile, cultura, natura e cittadinanza attiva.

Il convegno di Montano Antilia

30 settembre 2019 - Nelle giornate Medimont Parks nel Parco nazione del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, la Commissione centrale tutela ambiente montano del CAI  ha riflettuto, il 27 settembre a Montano Antilia, sui contenuti del Friday for Future.

Il Cai è per la partecipazione attiva di giovani, risorsa da valorizzare. Numeri e scelte sono importanti, soprattutto se l'evento interessa quasi 30 nazioni, nelle città e nei paesi (oltre 160 città in Italia) ed è parte dell’iniziativa Climate Action Week, settimana d'azione per il clima. Sempre venerdì 27 settembre, a Roma il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Lorenzo Fioramonti, ha incontrato i rappresentanti del Club alpino italiano e delle altre principali Associazioni ambientaliste.

Alle istanze della mobilitazione il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha dato seguito, annunciando che il Governo presenterà un suo decreto ambiente il 3 ottobre, come provvedimento urgente. La risposta in Italia è quindi corale e partecipata.

Al centro dell'attenzione: educazione ambientale, sviluppo sostenibile, patrimonio culturale e patrimonio naturale, cittadinanza attiva. Temi presentati al Convegno "Sentieri mediterranei montani e frequentazione sostenibile tra bio e geodiversità" di Montano Antilia.

Con i giovani per fare Rete aperta tra mondo della Scuola, Enti, istituzioni e associazioni, raccogliere buone pratiche con le eccellenze e le criticità presenti ovunque. Il Cai consiglia di camminare, osservare, incontrare, condividere e raccontare, con esperienze all'aria aperta, sui sentieri, nei rifugi e nei paesi.

Filippo Di Domato
Presidente Commissione centrale TAM del CAI

Segnala questo articolo su:


Torna indietro