“Climbing for Climate”: 120 studenti sull'Appennino parmense per l'Agenda 2030

Sabato scorso Università e Sezione Cai di Parma hanno aderito alla giornata nazionale, organizzando un'escursione didattica in Valparma e sottoscrivendo un appello per la protezione e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale locale.

Un momento dell'escursione

24 settembre 2020 - Anche l'Università di Parma ha aderito alla seconda edizione di Climbing for Climate, la giornata nazionale dedicata al trekking e alle escursioni in montagna, promossa sabato scorso dalla Rete delle Università sostenibili (RUS) in collaborazione con il Cai per sensibilizzare sui temi dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

La giornata emiliana, organizzata con la collaborazione della Sezione Cai locale, ha coinvolto 120 studenti, che distribuiti in sei gruppi, sono stati condotti lungo itinerari diversificati dell’Alta Valparma e hanno potuto confrontarsi con i professori presenti su temi inerenti la geologia, la botanica, la biologia e l’ecologia.

“Il taglio dato all’iniziativa è stato di tipo didattico-escursionistico: abbiamo proposto agli studenti l’approccio all’Appennino con l’accompagnamento dei nostri soci, unito all’intervento culturale e scientifico di docenti dell’Ateneo”, commentano dal Cai Parma.

Nel corso della giornata il Rettore dell’Università e il Presidente della Sezione hanno sottoscritto un appello per la protezione e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale locale.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro