E' partito "We are Alps", a cura del Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi

Il gruppo attraverserà le Alpi con mezzi sostenibili con l'obiettivo di conoscere l'agricoltura di montagna condotta a livello familiare

Il 3 luglio è partita la traversata delle Alpi di un gruppo di giornalisti attorno al tema family farming, organizzata dal Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi. L'iniziativa è in programma fino al 10 luglio.

La carovana di We are Alps cercherà di incontrare gli abitanti delle Alpi per prendere visione delle modalità di vita e di lavoro in montagna dei loro mezzi di sussistenza.
Durante il tour i partecipanti utilizzeranno mezzi di trasporto sostenibili: treni, autobus, biciclette, percorsi a piedi, nel rispetto di quanto indicano i Protocolli della Convenzione delle Alpi.
Il tema di quest'anno è stato scelto aderendo alla proposta  delle Nazioni Unite che hanno dichiarato il 2014 anno del “family farming” cioè dell’agricoltura praticata principalmente a livello familiare.

Il gruppo di giornalisti in questo percorso di una settimana attraverso l'arco alpino, incontreranno agricoltori, imprenditori, nuovi abitanti delle Alpi, esperti e politici. Per questo è stato scelto il nome il titolo: "Noi Siamo Alpi" (We are Alps). Il progetto mira ad aumentare la consapevolezza delle sfide e delle opportunità della regione alpina e utilizza la Convenzione delle Alpi come strumento per uno sviluppo equilibrato di un territorio condiviso da otto Paesi.

Con questo percorso si intende anche far conoscere i prodotti che nell’ambito familiare alpino sono diventati occasione di eccellenza, in particolare i vini e i formaggi, ma anche i cereali e le carni salate e insaccate.
Il 3 luglio a Domodossola la carovana ha iniziato il suo percorso: oggi, 4 luglio, arriverà a Colico in treno e raggiungerà Morbegno in bicicletta per poi salire all’Alpe Piazza nel comune di Albaredo per assistere alla produzione del formaggio Bitto.

Il giorno seguente, dopo un incontro con le Autorità cittadine di Morbegno, visiterà il centro informativo della Convenzione delle Alpi, presso la Biblioteca Civica, per poi recarsi a Sondrio presso la Fondazione Fojanini dove si terrà un incontro con gli operatori del centro sperimentale e con gli agricoltori. I partecipanti avranno poi la possibilità di percorrere un tratto del sentiero dei terrazzamenti e di visitare una cantina a conduzione familiare.

Il giorno seguente la meta è Poschiavo con cui la Valtellina ha stretto un’alleanza per essere presente ad EXPO 2015 con i prodotti tipici delle valli.
L’organizzazione di questo tratto valtellinese del percorso è stata curata da Oscar del Barba che per conto del CAI partecipa ai lavori della Convenzione delle Alpi e che continuerà il percorso con la carovana fino ad Innsbruck.

Sul sito della Convenzione delle Alpi sarà possibile seguire giorno dopo giorno la carovana.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro