Family Cai Parma, iniziato nel Parco Montemarcello Magra il programma 2020

Quest'anno sono 19 gli appuntamenti dedicati a genitori con figli fino ai 12 anni, che si basano anche su storia e tradizioni delle montagne che si andranno a scoprire. Previsti anche gemellaggi con Gruppi Family di altre Sezioni.

Prima escursione 2020 in Liguria

27 gennaio 2020 - Diciannove appuntamenti, anche di più giorni, e tutti a misura di bambini fino ai dodici anni, che spaziano dalle Alpi agli Appennini (non solo quello quello emiliano, ma anche quello centrale), dalla neve alla bicicletta, dall’arrampicata alle grotte. E, naturalmente, tanto escursionismo, alla scoperta di flora, fauna, tradizioni locali e storia, sempre con i fedeli scarponcini ai piedi.

Anche quest’anno è davvero ricco il programma del Family Cai Parma, uno dei primi gruppi a essere dedicato, all’interno del Sodalizio, specificatamente ai bambini e ai loro genitori. L’obiettivo è sempre lo stesso: far riscoprire al nucleo familiare l'esperienza della montagna, da vivere tutti insieme, trasformandola da ambiente "apparentemente" ostile ad amico, con esperienze ludico-motorie che in realtà nascondono sempre un forte connotato educativo e culturale.

La prima uscita 2020 si è tenuta il 19 gennaio scorso, con bimbi e adulti che sono andati in Liguria, alla scoperta degli antichi forti napoleonici costruiti nell'800 a difesa del Golfo dei Poeti, sulla dorsale del Parco Naturale Regionale Montemarcello-Magra. Il secondo appuntamento si terrà invece nel Parco Nazionale del Gran Paradiso il weekend del 22 e 23 febbraio: il tema saranno questa volta gli animali, nello specifico gli “stambecchi e i camosci del re” (a Sarre si trova infatti il Castello Reale dei Savoia, frequentato da Vittorio Emanuele II e dai suoi successori).

Il coordinatore del gruppo Fabrizio Russo segnala, inoltre, l’escursione del 24 maggio in Lunigiana, denominata “Un giro da pecora”: “abbiamo previsto una giornata alla scoperta delle tradizioni dei popoli di montagna. Cammineremo al seguito di un gregge e vedremo, e forse proveremo, anche la mungitura”.

Russo segnala anche il gemellaggio con il gruppo Family della Sottosezione di Novellara (RE), che prevede un’uscita sull’Appennino reggiano, programmata per il 19 aprile. “i gruppi dedicati alle famiglie si stanno diffondendo molto all’interno del Cai, e molti cercano un riferimento in quelli che da più tempo portano avanti iniziative rivolte alle famiglie. E noi siamo naturalmente più che disponibili a proporci”.

Proprio con questo obiettivo, conclude Russo, è stata pensato il Raduno Family Cai del 20 settembre (giunto ormai alla quarta edizione): “quest’anno si terrà nel basso Lazio, nella zona di Cassino e avrà una formula differente rispetto agli anni scorsi. Intendiamo portare piccole rappresentanze del più alto numero possibile dei gruppi Family, in modo da rappresentare uno stimolo per la formazione di nuovi gruppi anche al Centro-Sud. La scelta di Cassino non è casuale, l’anno scorso nella Sezione locale è nato un Family Cai, che si è dimostrato subito molto attivo”.

Il Family Cai Parma coinvolge circa 40-50 persone tra adulti e bambini. Si può partecipare anche a un solo appuntamento, è sufficiente che almeno uno dei componenti sia iscritto al Cai.

Per il calendario completo clicca qui

Lorenzo Arduini

Segnala questo articolo su:


Torna indietro