Giovani@Montagna: mondi da esplorare. A Fondo il 121° Congresso della SAT

Appuntamento domenica 25 ottobre 2015 per studiare nuovi modi per incrementare l’interesse dei giovani nei confronti della SAT e degli importanti valori che rappresenta.

Fondo (TN): incontro SAT - scuole

Questo 121° Congresso Generale della SAT ha un obiettivo importante ed ambizioso: incrementare l’interesse dei giovani nei confronti del nostro sodalizio e degli importanti valori che rappresenta.
Cercare di capire ed interpretare le sollecitazioni che in modo diretto o indiretto emergono dal mondo giovanile, raccogliendo direttamente le impressioni ed i pareri, prestando particolare attenzione a ciò che emerge dalla Scuola Primaria e dalla Secondaria di Primo Grado. Questo è fondamentale perché i giovanissimi e i giovani sono ancora in una fase di formazione della personalità e del carattere.

Dunque era (ed è) fondamentale agire “alla fonte” con un metodo tecnico e scientifico. È stata infatti realizzata un’importante indagine su un campione di circa 500 (cinquecento) alunni dell’Istituto Comprensivo di Fondo in Alta Anaunia in Trentino ed infine sono stati elaborati i dati raccolti. I risultati sono stati “cristallizzati” in una pubblicazione monografica incentrata esclusivamente sul tema del Congresso.

Con il contributo di vari e qualificati esperti intervenuti nel corso della fase preparatoria di questo evento finale, sono  stati sostanzialmente definiti vari spunti utili alla stesura di  un “Piano Guida” che sarà oggetto di riferimento per l’operatività effettiva dell’importante Protocollo d’intesa sottoscritto tra SAT e Provincia Autonoma (Assessorato all’istruzione). Questo accordo permetterà ai nostri esperti di intervenire nelle scuole parlando di territorio montano da conoscere e rispettare, dei nostri valori, degli scopi sociali.

Valori che sono ben noti: rispetto dell’ambiente, conoscenza, comprensione anche dei rischi, apprendimento anche attraverso l’attività fisica e sportiva dei principali segnali della natura, di quelli dell’uomo, dei limiti all’utilizzo delle risorse, delle ricchezze della montagna in termini di biodiversità, opportunità, fascino.

Altri obiettivi altrettanto importanti riguardano l’impostazione di una più efficace azione di coinvolgimento giovanile nelle molteplici attività  delle varie  associazioni di volontariato che operano  in ambiti diversi o simili. Si tratta perciò di un lavoro utile per tutti i soggetti di volontariato presenti ed operanti in provincia che ad oggi sono attivi; dunque gli esiti possono risultare interessanti perché non ci limitiamo a ragionare  solamente all’interno di  SAT o  CAI.

L’auspicio finale e i risultati che ci si aspettano nel medio termine (qualche anno) sono quelli di far acquisire alcuni “punti fermi”, dunque maggiore conoscenza di noi stessi, dell’ambiente in cui viviamo ed una effettiva consapevolezza delle conseguenze delle nostre azioni  quotidiane. I giovani di oggi saranno un domani in posizioni diverse di maggiore o minore responsabilità anche amministrativa, pertanto riteniamo fondamentale questo Congresso non solo per l’associazionismo trentino ma anche per tutta la società civile. EXCELSIOR!

Comunicato SAT

Segnala questo articolo su:


Torna indietro