Giovanni Storti e Franz Rossi ospiti del CAI SEM Milano

Il componente del famoso trio “Aldo, Giovanni e Giacomo” e il giornalista e scrittore presenteranno il loro libro “Una seducente sospensione del buon senso” il 25 febbraio 2016 a Milano. Sarà presentato anche il progetto della nuova sede sezionale.

Franz Rossi e Giovanni Storti

Viaggiare per scoprire un po’ di più di noi stessi, a patto di avere il coraggio di partire e un compagno di viaggio che ti stimoli. Cosa ne pensano Giovanni Storti (componente del famoso trio Aldo, Giovanni e Giacomo) e Franz Rossi, autori di “Una seducente sospensione del buon senso”.

E' questo il tema che sarà affrontato giovedì 25 febbraio 2016 a partire dalle ore 21 presso la Fondazione Milano Auditorium Lattuada in c.so di Porta Vigentina 15 (MM3 Crocetta - tram 14, 9, 16) nella serata organizzata dal CAI SEM Milano.

A presentarci la serata la presidente sezionale Laura Posani: “Per riflettere sul senso del nostro agire, da anni organizziamo incontri e conferenze di natura non solo squisitamente tecnica, ma anche di più ampio raggio. Ed in questo senso abbiamo voluto invitare Giovanni Storti (del celebre trio Aldo Giovanni e Giacomo) e Franz Rossi (giornalista e scrittore) a parlare del loro ultimo libro Una seducente sospensione del buon senso, edito da Mondadori. Durante la serata che sarà ad ingresso gratuito ed aperta non solo ai soci della nostra sezione o del CAI ma a chiunque fosse interessato, presenteremo brevemente anche il progetto della nuova sede del nostro sodalizio che i due autori stanno sostenendo anche con la vendita del loro libro presso la biblioteca della SEM”.

Di seguito la presentazione del libro.
Cosa unisce un cinquantenne in crisi e un vecchio mago? Cosa lega il destino di due donne nate a migliaia di chilometri di distanza? E perché è necessario partire per fare chiarezza?
Gilberto, un uomo come tanti, con un presente incerto e un futuro che si stringe in un nodo scorsoio decide di "sottrarsi all'obbligo di avere un destino" e parte per un viaggio tanto lungo quanto lento.
A fargli compagnia le domande che si pone in modo assillante e un compito che si è dato per mettersi in movimento: consegnare un pacchetto, ritrovato per caso, alla persona cui era stato spedito anni prima. A far da controcanto alle sue cervellotiche riflessioni c'è la praticità e la simpatia di un compagno d'avventure eccezionale e inaspettato.
Nel loro viaggio i due amici incontreranno uomini e donne ospitali, generosità inattese e delusioni sferzanti e, tra peripezie e colpi di scena, scopriranno passo dopo passo il senso della loro avventura.
Fino a quando…
Giovanni e Franz raccontano un viaggio e un punto d'arrivo che è solo e sempre un nuovo inizio.

Per vedere la locandina  della serata: http://www.caisem.org/pdf/csc_2016/02-serata_25-2-2016.pdf

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro