Gli alunni dell'Istituto Sobrero di Casale Monferrato sull'isola di Palmaria con il CAI La Spezia

Quattro le classi dei liceali piemontesi che hannio compiuto il periplo dell'isola, tra resti di batterie corazzate, zone archeologiche e superbi panorami.

I giovani protagonisti

29 ottobre 2019 - La Sezione CAI La Spezia, come da qualche anno avviene, ha accompagnato quattro classi dell’Istituto Scientifico Sportivo “A. Sobrero” di Casale Monferrato (AL) in un’escursione sportivo/culturale nel territorio del Parco Regionale di Portovenere Palmaria e Tino, nell’ambito del Protocollo d’intesa 0001929-18/10/2017 (in questi giorni rinnovato) tra Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) e Club Alpino Italiano (CAI) inteso a "Rafforzare il rapporto tra scuola e conoscenza del territorio" .

L’escursione ha compiuto il periplo dell’isola Palmaria transitando sul sentiero REL 510 senza scendere nella cala del Pozzale (le piogge torrenziali del giorno precedente hanno reso il tratto estremamente scivoloso) quindi lungo il collegamento REL 510C per rientrare, successivamente, sul REL 510 fino alla vetta.

Gli accompagnatori titolati della Sezione hanno previsto una prima sosta presso la Batteria Corazzata Umberto I ed una seconda, salendo verso la vetta, per dare informazioni sulla zona archeologica di San Venerio ed il faro dell’isola del Tino. Una veloce divagazione verso la zona Carlo Alberto ha permesso di godere del panorama sul promontorio della chiesa di San Pietro e sul borgo antico di Portovenere.

L’esperienza è stata valutata molto positivamente da tutti i componenti dell’Istituto che hanno calorosamente ringraziato la Sezione CAI La Spezia per la nuova positiva collaborazione.
commissione.sentieri@cailaspezia

CAI La Spezia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro