Gran finale per "La montagna a casa" con "Chogori. La grande montagna"

L'ultimo film della rassegna è dedicato all'impresa del 1954 sul K2. L'indimenticabile ascensione chiude il lungo percorso cinematografico che ci ha accompagnato lungo una difficilissima primavera

30 giugno 2020 - "Chogori. La grande montagna", questo è il film scelto per il gran finale della rassegna "La montagna a casa". I film di montagna ci hanno accompagnati in questi mesi difficili, ci hanno permesso di sognare. Il film, per il ciclo "Se ve li siete persi", racconta l'indimenticabile ascensione sul K2 nel 195.

Appuntamento alle 21 sul Canale Youtube del Club alpino italiano. Il link per guardare il film è: https://www.youtube.com/watch?v=StyGaAFZHuU. La rassegna "La montagna a casa" è stata organizzata dal Cai, in collaborazione con Museo nazionale della montagna di Torino, Sondrio Festival e Parco Nazionale dello Stelvio.

COME VEDERE IL FILM

1) Clicca direttamente sul link https://www.youtube.com/watch?v=StyGaAFZHuU a partire dalle 21. Il film sarà online qualche minuto prima e resterà disponibile fino alle 23.

2) Se ti colleghi da dispositivo mobile, apri l'app di Youtube, cerca "Club alpino italiano" e clicca sullo stemma del Cai per entrare nel canale.

La playlist LA MONTAGNA A CASA CON I FILM DEL CAI è in evidenza sul canale. Clicca sul video che ti interessa; se non trovi il film, clicca sul titolo sulla playlist e scorri fra i titoli.

3) Ricorda: per queste repliche non sono previste ulteriori proiezioni oltre a quella delle 21 e non è disponibile la chat dal vivo come nelle precedenti proiezioni.

Scheda del film "Chogori. La grande montagna"

Regia: Roberto Condotta
Paese: Italia
Anno: 2004
Durata: 52 minuti

Sinossi

Prodotto in occasione del 50esimo anniversario della storica ascensione al K2 organizzata dal Club Alpino Italiano, il film ripercorre con grande ricchezza di particolari e inediti le varie fasi della spedizione. Significative le interviste agli alpinisti superstiti (Achille Compagnoni, Lino Lacedelli, Erich Abram, Pino Gallotti, Ugo Angelino), con il commento dello storico Roberto Mantovani. Reinhold Messner, intervistato da Rai Alto-Adige, lo ha giudicato il miglior documentario sull’evento.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro