I giovedì dell'alpina online della Societa alpina friulana

Sei incontri dedicati a montagna, natura, sicurezza, salute e cultura. Si comincia il 28 maggio con Enrico Camanni, Alessandra Beltrame e il romanzo “Una coperta di neve”

25 maggio 2019 - La Società Alpina Friulana si affida alla rete per continuare la sua attività di informazione e formazione: sospesi i corsi e le lezioni di cultura alpina a causa del Covid-19, partono da giovedì sei incontri on line dedicati alla cultura, alla conoscenza e alla corretta frequentazione della montagna e della natura, attività che possono generare anticorpi utili a fronteggiare i complicati tempi della pandemia che stiamo vivendo. “I giovedì dell’Alpina on line” saranno in diretta sul canale Facebook e sul sito della Saf alle 20.30 dal 28 maggio al 2 luglio.

Per “rompere il ghiaccio” con questa nuova formula, il debutto è affidato a Enrico Camanni, che giovedì 28 maggio dialogherà con Alessandra Beltrame sul romanzo “Una coperta di neve”, un thriller ad alta quota appena pubblicato da Mondadori. Un’occasione per parlare anche di montagna e sostenibilità, tema caro allo scrittore e giornalista, vicepresidente dell’associazione Dislivelli, che ha di recente scritto: “Vivere i luoghi con sguardo partecipe e delicato può essere l’antidoto a molti virus”.

Il cuore della rassegna sarà dedicato a proposte di itinerari, consigli di sicurezza, previsioni meteo, argomenti di tipo pratico per fornire strumenti utili a chi vuole frequentare la natura ora che le attività sociali sono sospese. Il 4 giugno Antonio Nonino e Denia Cleri, operatori naturalistico-culturali della Saf, proporranno “Le vie dell’acqua: la piccola Olanda del Friuli e altre fresche gite”, un incontro fra curiosità idrauliche del nostro territorio e pratici suggerimenti per future gite estive. L’11 giugno sarà ospite il Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) con quattro tecnici: Cristina Barbarino, Sergio Buricelli, Simone Marcuzzi e Gianpaolo Scrigna.

Si tratteggeranno l'organizzazione e lo spirito di solidarietà che anima i soccorsi in ambiente impervio e si parlerà dei risvolti pratici e delle cose utili da sapere quando si va in escursione: cosa fare in caso di infortunio o di pericolo? In quali regioni e situazioni si paga l'intervento? Come si usa l'app Georesq? Quale l'impatto del Covid-19 sulle operazioni? Che cos’è “Sicuri sul sentiero"?

Il 18 giugno un appuntamento dedicato ai genitori: gli accompagnatori di alpinismo giovanile Davide Floreani, Donatella Carraro e Massimiliano Miani parleranno di “Cinque itinerari facili da fare con la famiglia” assieme a Valeria Murianni e Giorgio Comuzzi, autori del volume “Un viaggio nei nostri boschi” sulle proprietà boschive della Regione, che possono essere destinazioni di semplici e corroboranti gite. Il 25 giugno sarà la volta del meteo, croce e delizia di ogni escursionista: Sergio Nordio, esperto dell’Osmer Arpa racconterà “Che tempo farà?” nella nostra regione con consigli pratici sulle previsioni del tempo in vista di una uscita in ambiente. L’ultimo appuntamento, giovedì 2 luglio, sarà dedicato alla montagnaterapia. Elio Campiutti e Tiziano Scarsini della Commissione Escursionismo illustreranno questa importante e poco conosciuta attività svolta dai volontari Saf in collaborazione con i servizi sanitari per portare a camminare in ambiente montano le persone con disabilità psichiche e motorie. Un’attività che, come vedremo, porta significativi benefici terapeutici.

Gli incontri, organizzati dalla Commissione culturale della Saf che riceve il sostegno di Fondazione Friuli, saranno trasmessi in diretta con la regia di Marco Cabbai. Per collegarsi: pagina Facebook www.facebook.com/alpinariulana/live oppure sul sito www.alpinafriulana.it/live.

Fonte: Saf

Segnala questo articolo su:


Torna indietro