I nuovi gestori del rifugio Cesare Battisti nell'Appennino reggiano

Dopo una lunga selezione la Sezione reggiana del Cai, proprietaria del rifugio, ha scelto come gestori questi tre giovani reggiani grandi appassionati di montagna e dell'Appennino reggiano.

20 maggio 2020 - Emanuele Braglia, Costanza Fontana e Enrico Bronzoni sono i nuovi gestori del Rifugio Cai "Cesare Battisti" a Lama Lite, nell'alto Appennino reggiano, tra Ligonchio e Civago, nel cuore del Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano. Dopo una lunga selezione la Sezione reggiana del Cai, proprietaria del rifugio, ha scelto come gestori questi tre giovani reggiani grandi appassionati di montagna e dell'Appennino reggiano.

Emanuele Braglia è grafico, videomaker e pilota Enac di droni. Appassionato di musica, è innamorato della montagna: dopo aver battuto in lungo e in largo l'Appennino, si è cimentato sui 4000 delle Alpi 4.000. Costanza Fontana, oltre a coltivare da sempre la passione per la montagna e il nostro territorio, porta nella gestione del rifugio la sua competenza in cucina. E' pasticciere professionista, diplomata alla prestigiosa Alma di Colorno. Infine, Enrico Bronzoni è alpinista per passione e maestro di mountain bike di professione. Questa sua attività l'ha portato anche a lavorare in Nord America. E' "emigrato" da anni in Appennino dalla pianura, per trovare quella qualità di vita che solo la montagna può dare.


Con le loro capacità escursionistiche ed alpinistiche, porteranno nella gestione del Battisti importanti esperienze e professionalità utili a valorizzare il rifugio e il territorio circostante, scrive il Cai Reggio Emilia. «Sicuramente la loro passione e la loro intraprendenza - spiega il Cai reggiano - saranno un punto di forza per gestire un rifugio alpino in una fase difficile come quella che stiamo vivendo»

I numeri di telefono e i contatti della struttura rimangono invariati: dal rifugio: 0522 897497, cell. gestore 348 5954241. Ulteriori informazioni sull'apertura del rifugio si potranno trovare sul sito www.rifugio-battisti.it/ o su quello del Cai Reggio Emilia www.caireggioemilia.it.


Segnala questo articolo su:


Torna indietro