I samaritani del web in aiuto dell’Alpe Veglia

Un sito e una nuova web cam per valorizzare questo paradiso naturale

Un gruppo di baite all’Alpe Veglia (foto Serafin/Lomar)

All’indirizzo http://webcam.alpeveglia.it è disponibile una nuova webcam in diretta dal Parco Naturale Alpe Veglia in Piemonte: ogni 30 minuti viene scattata una foto panoramica dell'alpeggio con il Monte Leone, e in tempo reale la foto viene pubblicata su internet. Sul sito è possibile consultare l'archivio degli scatti precedenti. Il progetto “Webcam Alpe Veglia”, a quanto riferiscono gli organizzatori, nasce dalla grande passione per questo incantevole angolo delle Alpi Lepontine. Il servizio, a quanto risulta, è interamente ideato e realizzato senza contributi/aiuti di enti pubblici o istituzionali.

EX STUDENTI. In realtà, il sito alpeveglia.it è stato fondato nel 2000 da un gruppo di amici, all'epoca studenti, appassionati di montagna. Questo paradiso naturale li ha accolti fin da bambini, ospiti ogni estate della Casa del Padri Rosminiani con i gruppi giovanili della parrocchia Santo Spirito di via Bassini a Milano. Da allora si è stabilito un rapporto speciale con la conca alpina ai piedi del Monte Leone compresa nel territorio dei comuni di Varzo e di Trasquera e situata alla testata della Val Cairasca, braccio laterale della Val Divedro, in un'ampia conca di origine glaciale a circa 1750 m di quota.

SPOT INTERATTIVO. Il Veglia è rinomata meta di turismo estivo mentre è praticamente inagibile durante i  mesi invernali a causa delle abbondanti precipitazioni nevose. Tutta la zona è stata istituita parco naturale regionale nel 1978 e successivamente, nel 1995, è entrata a far parte del Parco naturale dell'Alpe Veglia e dell'Alpe Devero. Uno “spot interattivo” viene definito il sito da questi “samaritani del web”, visibile in tutto in mondo, arricchito da notizie, storia, informazioni utili e da ricca galleria di foto. L'iniziativa, molto apprezzata in valle, ha subito trovato il sostegno degli operatori.

GIOIELLI NATURALI. “Questi luoghi”, osservano Francesco, Maurizio e Simone, “sono gioielli naturali di straordinaria bellezza e meritano di essere conosciuti e condivisi da tutti. Il sito, in continua evoluzione, è aperto a chiunque voglia diffondere le bellezze di questi luoghi”. Il sistema utilizzato per mettere in rete le immagini dell’Alpe Veglia è stato studiato per poter operare in condizioni particolari ed estreme (meteo avversa, connessione internet limitata o instabile…). Una parte dei costi è sostenuta grazie all’aiuto di amici e sponsor. Chiunque desidera partecipare può contattare gli organizzatori via email alpeveglia@tiscali.it .Ringraziamenti vengono rivolti a Gregorio, Osvaldo, Emanuele, al gentile amico che ha prestato il trapano, Valter, Albergo Lepontino, Tiziano, Rita, Maria Elisa, Brett.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro