150 anni di rifugi di cultura

Prenderà il via il 2 giugno prossimo l'iniziativa celebrativa dei 150 anni del CAI che vede coinvolti 15 rifugi dell'arco alpino e appenninico

Locandina

In occasione del 150° anniversario del Club Alpino Italiano, il Gruppo Terre Alte e il Comitato Scientifico Centrale lanciano l'iniziativa Rifugi di cultura, un evento estivo diffuso in 15 rifugi dell’arco alpino e appenninico (simbolicamente uno ogni dieci anni della storia del CAI), al fine di valorizzarne il ruolo di promotori di cultura.


Concerti all'aperto, spettacoli teatrali, laboratori di scultura, degustazioni di prodotti locali artigianali, escursioni e visite guidate, reading e approfondimenti culturali su storia e natura delle Terre Alte animano per un’intera giornata rifugi dislocati dai 1200 ai 3500 metri di quota, proponendo agli escursionisti di assaporare e conoscere l’immensa ricchezza culturale delle montagne circostanti.

In alcuni casi, si tratta della presentazione al pubblico dei risultati di progetti di ricerca promossi e sostenuti dal Gruppo Terre Alte (come nel caso di Scuola Peio Viva al Rifugio Vioz, o delle danze e balli del Matese alla Capanna Rifugio dell'Orso, o ancora della storia del culto micaelico al Rifugio del Monte Faito).

In altri casi, l'iniziativa si collega al Progetto "Rifugi e dintorni" promosso dal Comitato Scientifico Centrale, con l'inaugurazione di un pannello informativo sul valore naturalistico e storico-culturale dei contesti in cui i rifugi si situano.

L'evento vuole essere occasione per ribadire il ruolo culturale del Club Alpino Italiano nell'educare ad una frequentazione avvertita e consapevole delle nostre montagne.

Per ulteriori dettagli, si rimanda a questa precedente news su "Lo Scarpone" e si allegano locandina e programma degli eventi

Segnala questo articolo su:


Torna indietro