47 Soci del CAI Valfurva per il trekking alle Isole Eolie

Una settimana in cammino tra Lipari, Stromboli, Panarea, Salina e Vulcano per il gruppo che ha raggiunto la cima della Montagna delle Felci mt. 962, la più alta dell'arcipelago.

Un momento del trekking

8 ottobre 2018 - Quest'anno il Cai Valfurva ha organizzato il trekking autunnale alle isole Eolie, tanti i partecipanti, ben 47. Si parte dalla Valfurva con il bus fino a Milano, poi l'aereo per Catania e poi bus e aliscafo ci portano sull'isola di Lipari.

Viste le condizioni meteo favorevoli iniziamo subito con la salita allo Stromboli, vulcano attivo e sempre in eruzione, durante il trasferimento breve visita all'isola di Panarea. Si sale il pomeriggio accompagnati dalle guide vulcanoligiche e in cima si aspetta la notte per vedere al meglio le eruzioni, uno spettacolo. Poi la discesa sul sentiero lavico e il rientro a Lipari con l'aliscafo. Poi l'escursione al Caolino di Lipari (antiche cave) e lungo il Palmeto fino alle Terme di San Calogero. 

Un altro giorno seguiamo la Via della Pomice fino al Monte Pelato, l'ultimo dei vulcani attivi di Lipari, il rientro è verso l'abitato di Lami e da li' seguendo una vecchia mulattiera fino a Canneto (Lipari). Poi la volta dell'isola di Vulcano (il gran cratere): si parte dal mare e seguendo un sentiero con polvere di lava si arriva al cratere  passando  in mezzo alle emissioni sulfuree gassose di colore giallo, presenza di zolfo ,si arriva sulla cima con uno spettacolo mozzafiato grazie anche al meteo favorevole. La discesa con fermata ai fanghi naturali, alcuni fanno il bagno. Altro giorno si va a Salina, l'itinerario è la Montagna delle Felci mt. 962, la cima più alta dell'arcipelago. Lungo il sentiero abbiamo la possibilità di osservare diverse specie botaniche tipiche della macchia mediterranea. L'ultimo giorno di trekking lo facciamo a Lipari con l'itinerario i duomi vulcanici, si sale verso il monte gallina, con panorami stupendi sui Faraglioni di Lipari , poi l'osservatorio e il rientro attraverso i vicoli piu' antichi del centro. 

Il trekking termina, si rientra in valle dopo quasi una giornata di viaggio ma contenti di aver conosciuto nuovi luoghi e aver fatto amicizia con gli abitanti delle Isole. Grazie a tutti i partecipanti molto bravi e interessati al Trekking con l'arrivederci alle prossime avventure. Un grazie particolare anche alla nostra guida ambientale Giuseppe, alle guide Vulcanologiche e all'Agenzia Le isole D'Italia per tutti i servizi.

Luciano Bertolina
CAI Valfurva

Segnala questo articolo su:


Torna indietro