67° Trento Film Festival: si parte!

Non solo film: a Trento serate alpinistiche (via il 27 aprile con Luca Barbarossa), attività all'aria aperta sul Monte Bondone, 16 mostre e oltre 500 opere a MontagnaLibri

24 aprile 2019 - Da sempre le serate del Trento Film Festival rappresentano uno dei momenti più attesi dell’intera rassegna: si parte sabato 27 aprile alle 21.00 con Luca Barbarossa, che presso la Sala della Filarmonica sarà protagonista della serata Tra musica e parole. Dialogando con Alberto Faustini, direttore del quotidiano L’Adige, il cantante romano racconterà il suo rapporto con la montagna, tra silenzi, natura, tradizioni e ricordi d’infanzia, proponendo alcuni dei suoi più grandi successo in un set acustico.

Non solo film, libri e serate evento: sono tante le attività all'aria aperta in programma, nei prati e sui sentieri del Monte Bondone! Grande attesa per “Montagne di stelle”, opera musicale – sonora – immersiva che nasce dall’incontro tra l’artista Mariano Detassis ed il musicista Carlo Casillo.

Il Trento Film Festival è un grande laboratorio artistico: saranno sedici le mostre in altrettante location cittadine, dalla fotografia alla scultura. La mostra Amazigh: Berberi del Marocco sarà inaugurata sabato 27 aprile alle ore 11.00 e resterà aperta fino al 15 maggio presso la suggestiva sede dello Spazio Archeologico SASS, la “Trento sotterranea”.

Oltre 500 le opere presentate a MontagnaLibri, provenienti da 25 differenti nazioni: tra reportage, storie di alpinismo, libri illustrati e per l’infanzia, un’offerta adatta a ogni tipo di pubblico. Nel vasto programma delle presentazioni, quattro appuntamenti con la narrativa italiana: libri che mettono al centro la vita in montagna e il profondo rapporto tra uomo e animale.

«Mi volto. Dinanzi a me, sopra di me, terribilmente addosso, vicinissimo e lontanissimo allo stesso tempo, il Kangchenjunga, una delle più alte montagne del mondo, scintilla nel sole, come un castello incantato d’argentee sostanze lunari». Le montagne – le Apuane, le Dolomiti, l’Etna, il Tetto del Mondo o il vulcano Fuji – sono per Fosco Maraini la meravigliosa apparizione che lo ha accompagnato fin da quando era adolescente.
Due gli appuntamenti dedicati al grande scrittore ed esploratore.
Mercoledì 1 maggio alle 21.00 a Palazzo Roccabruna: Il linchetto e altre avventure. Racconti, musiche, filmati rari e altre sorprese… in una speciale serata con Marco Albino Ferrari e Mieko Maraini.
Giovedì 2 maggio alle 11.00 a MontagnaLibri, con la presentazione di un libro straordinario con cui il Club Alpino Italiano celebra la grande fotografia di Fosco Maraini e la conquista del Gasherbrum IV, una delle montagne più affascinanti del Karakorum.

Trento Film Festival

Segnala questo articolo su:


Torna indietro