Il Borgo diventa Rifugio di Cultura il prossimo weekend

Sabato e domenica, con il CAI Frosinone, Castro dei Volsci ospita un evento dedicato agli antichi saperi e alla rinascita della Valle dell'Amaseno

10 settembre 2019 - Il prossimo weekend "il Borgo diventa Rifugio di Cultura". Un evento del comune di Castro dei Volsci (provincia di Frosinone) in collaborazione con il Comitato scientifico Terre Alte del Cai e con le Sezioni locali del Club Alpino Italiano di Cassino, Frosinone, San Donato Valle di Comino e Sora. L'appuntamento è inserito nella Rassegna Nazionale "Rifugi di Cultura 2019" (quest'anno incentrata sulla letteratura) ideata dal Gruppo di Ricerca Terre Alte del Comitato Scientifico Centrale del Club Alpino Italiano.

Dopo "In cammino con il pastore Luigi e le sue capre" di sabato 7 Settembre, ancora due giornate (sabato e domenica prossimi) all'insegna della cultura, degli antichi saperi, dell'archeologia e dell'antropologia. Escursioni e passeggiate questa volta in uno dei Borghi più belli d'Italia: Castro dei Volsci. Previste visite al Museo Civico e all'area archeologica del Casale di Madonna del Piano. Camminate con momenti letterari e concerti.
Nell'occasione, si vuole prendere spunto dal rifugio di montagna come esempio materiale e immateriale per contribuire a rivitalizzare un centro storico. Castro dei Volsci fa parte di un'area interessata dal progetto di ricerca in corso: "Rinascita sociale e culturale dei territori montani e rurali della Valle dell'Amaseno", sostenuto dal Club Alpino Italiano. L'area geografica d'indagine, è situata nella regione Lazio, tra la provincia di Frosinone e quella di Latina. Si tratta di una piana di origine alluvionale modellata dal fiume Amaseno, delimitata dal sistema subappenninico laziale dei massicci calcarei dei Monti Ausoni e Lepini.
Si tratta di un territorio di frontiera tra lo Stato della Chiesa e il Regno di Napoli, strategico crocevia di culture, popoli e transiti commerciali tra l'entroterra e il mare che, nel corso dei secoli, ha favorito l'insediamento e visto succedersi culture e dominazioni diverse, dai Volsci ai Romani, per poi passare all'età medievale dei feudi e delle dominazioni monasterili attraverso aggregazioni locali, castelli e comunità religiose fortificate.
I centri storici di Castro dei Volsci, Maenza, Pisterzo, Prossedi, Roccagorga, Roccasecca dei Volsci, Sonnino e Vallecorsa situati sui massicci calcarei, dominano e controllano la strategica e fertile vallata sottostante, mentre Amaseno è l'unico borgo medievale della valle situato in pianura. La Valle dell'Amaseno rappresenta un'area interna costituita da una comunità locale ben radicata nel territorio e detentrice di un complesso di valori identitari comuni ancora molto vivi. Un territorio resiliente polisemico che costituisce un ottimo laboratorio di sperimentazione sociale e produttiva volto a una rinascita culturale, sociale ed economica.

Diego Magliocchetti
(Referente Gruppo di ricerca Terre Alte - Antiche Vie)



Segnala questo articolo su:


Torna indietro