Il CAI Coppo dell'Orso a favore della Marcia Internazionale per il Clima

Alla vigilia dello Sciopero Mondiale per il Futuro del 15 marzo 2019, la Sezione abruzzese appoggia gli studenti promotori, ricordando le proprie iniziative rivolte alle scuole su tutela di ambiente e biodiversità.

13 marzo 2019 - Venerdì 15 marzo 2019 sarà la giornata dello Sciopero Mondiale per il Futuro (“Global Strike for Future”), con una mobilitazione in 75 paesi contemporaneamente, espressione della lotta ai cambiamenti climatici, promossa da movimenti studenteschi e patrocinata dalle principali associazioni ambientaliste che chiedono a tutti i governi (e non solo) interventi urgenti per frenare il riscaldamento globale con lo slogan “Cosa vogliamo? Fatti! Quando li vogliamo? Ora!”.   

E’ essenziale porre un accento sempre maggiore sui catastrofici effetti di tali cambiamenti dando il massimo risalto a tutto quanto si renda necessario per contrastarli e ad ogni possibile azione per contenerne la drammatica portata, prima che sia troppo tardi.

Oltre ad una continua attività di informazione per una crescente sensibilizzazione verso tali argomenti, è essenziale un’azione da parte di tutti che punti a garantire una ormai improcrastinabile inversione di tendenza, con proposte e pratiche concrete che passino per le energie rinnovabili, il riciclo ed il riuso, l’abbattimento della quantità di rifiuti prodotti, l’efficienza energetica, la protezione del suolo, il contrasto alla cementificazione selvaggia ma anche per una maggiore moderazione nelle abitudini di consumo e negli stili di vita dei singoli cittadini.

La sezione CAI di Coppo dell’Orso, in quanto associazione che annovera tra le sue finalità istituzionali la tutela dell’ambiente naturale, esprime tutta la propria sensibilità verso l’argomento ritenendo centrale ed indispensabile assumere un impegno forte sul tema della difesa dell’ambiente di cui bisogna sentirsi custodi attivi e da cui dipende la nostra coerenza e credibilità.

Non a caso è stata recentemente attivata un’intensa collaborazione con il Comitato Scientifico del CAI - Gruppo Abruzzo e con l’Università degli Studi dell’Aquila per la realizzazione del progetto, rivolto alle scuole, “Montagna, clima e uomo: cambia il clima e cambiano i comportamenti dell’uomo” ritenuto meritevole di approvazione da parte del Ministero dell’Ambiente per l’importanza dei contenuti trattati in termini di sostenibilità ambientale, conoscenza e promozione di una maggiore consapevolezza del problema.

A maggior ragione il CAI di Coppo dell’Orso si schiera al fianco degli studenti ai quali si rivolge da sempre incentivando l’integrazione tra programmi scolastici ed extrascolastici, tramite attività interdisciplinari, per promuovere la conoscenza del contesto naturale e far comprendere l’importanza della tutela della biodiversità e della riscoperta del rapporto uomo-ambiente e a cui i ragazzi hanno sempre risposto in modo ricettivo e con vivace entusiasmo.

Il fatto che il forte messaggio con cui si richiede di intervenire, prima del punto di non ritorno, arrivi a gran voce dai ragazzi di tutto il mondo, impegnati in prima fila per difendere il nostro pianeta, ci fa ben sperare sulla sensibilità delle giovani generazioni che hanno intrapreso una battaglia da cui hanno il diritto ed il dovere di uscire vincitori.

Tiziana Bianchi
Operatore Naturalistico e Culturale – Sezione CAI di Coppo dell’Orso

Segnala questo articolo su:


Torna indietro