Il CAI Fara San Martino su Colle Bandiera per gli auguri 2020

Circa 80 gli escursionisti (anche di altre Sezioni abruzzesi) che il 5 gennaio sono saliti ai 1197 metri della vetta, ai piedi della "montagna madre", la Majella.

Foto di gruppo dei partecipanti

8 gennaio 2020 - Per la fine di dicembre e inizio gennaio sui monti si fa festa. C’è chi brinda in vetta prima di Natale, chi a Santo Stefano, il 31 dicembre o durante i primi giorni dell’anno. Sono tradizioni che si ripetono, quelle delle varie sezioni del Club Alpino Italiano: i soci si scambiano gli auguri in montagna. Si saldano così i rapporti tra i partecipanti, le varie sezioni del Club Alpino Italiano, si rinnova la passione e il rispetto per la montagna, si fanno progetti e si brinda in allegria.

Anche quest’anno, il 5 gennaio 2020, il CAI di Fara San Martino ha organizzato il tradizionale brindisi su Colle Bandiera: un’elevazione di 1197 metri ai piedi della montagna madre, la Majella, nel suo versante sud-orientale.

Partenza alle 8,30 del mattino dalla località Capo Le Macchie. Presenti circa 80 partecipanti. Tra questi i soci della sezione, rappresentanti delle sezioni di Bojano, Campobasso, Atessa e il Presidente del CAI Abruzzo, Gaetano Falcone, che ha scelto di onorare questa tradizione proprio sulla Majella assieme a Fara San Martino.

Alle 10,30 in vetta: tra spumante, panettoni e torroni si è brindato al nuovo anno guardando il mare dove si scorgono le Isole Tremiti. Dopo le foto di rito tutti a pranzo a Capo le Macchie tra bracieri per scaldarsi, vin brulè, piatti tipici abruzzesi e sorrisi. Il tutto condito dl calore del Direttivo del CAI di Fara San Martino e l’accoglienza della famiglia Paolini-Giancristofaro.

Gaetano Falcone ha donato al Presidente della Sezione Mario Romano alcune mappe di sentieri montani e i Canti di Montagna dei Cori CAI: suggello di amicizia e passione per la montagna

Comunicato della Sezione CAI di Fara San Martino

Segnala questo articolo su:


Torna indietro