Il CAI Marche per la riapertura del Passo del Lupo

I presidenti del GR Marche e della Sezione di Ancona si schierano contro la decisione del Comune di Sirolo

Il Passo del Lupo

Passo del Lupo, monta la protesta contro il divieto a percorrere il sentiero, dopo l'ordinanza del Comune. Gli ultimi a intervenire sono due personalità del Cai, l'ingegner Arnaldo Piacenza, presidente della sezione di Ancona e l'avvocato Lorenzo Monelli, presidente del Cai regionale.

«L'attuale divieto che impedisce a tanti turisti di percorrere il sentiero Passo del Lupo-Due Sorelle dev'essere cancellato. Il sentiero attraversa uno dei versanti più affascinanti del Conero che, insieme alle Due Sorelle, costituisce un formidabile biglietto da visita, non solo di Sirolo, ma dell'intera provincia e, pertanto, il Passo dev'essere valorizzato e promosso. Non sono poi assolutamente condivisibili - affermano Piacenza e Monelli - azioni recenti del Comune di Sirolo, volte a limitare la frequentazione del sentiero, che appaiono vessatorie e provocatorie, dalle quali il Cai si dissocia totalmente. Visto che il percorso, per la sua bellezza, richiama un buon numero di escursionisti, il livello della manutenzione deve essere, in ogni caso, adeguato; il sentiero deve essere indubbiamente monitorato, così come deve essere assicurato il suo stato di sicurezza».

«Dovrà essere quindi assicurata all'escursionista - concludono i due esponenti del Cai - un'adeguata informazione volta non solo all'equipaggiamento minimo necessario ma anche ai pericoli che si affronteranno al momento della risalita, magari dopo una bellissima giornata alle Due Sorelle».

Fonte: Il Resto del Carlino ed. AN

Segnala questo articolo su:


Torna indietro