Il Cai nazionale firma un accordo in Sardegna per collaborare con Forestas che realizzerà, gestirà e riorganizzerà i percorsi escursionistici

Il Sentiero Italia diventa la spina dorsale del trekking nella regione, ora sull'isola tutte le vie ciclopedonali saranno collegate al cammino più lungo del Belpaese attraverso una rete

8 ottobre 2019 - Il Cai in Sardegna collaborerà con l'Agenzia Forestas che realizzerà nuovi percorsi escursionistici e cicloescursionistici, riorganizzerà e gestirà quelli già presenti sull'isola, con un occhio particolare al Sentiero Italia. Il Club Alpino Italiano nazionale e Forestas hanno siglato un accordo di collaborazione triennale. Forestas è impegnata nella realizzazione il piano triennale di sviluppo della RES, la rete dei sentieri della Sardegna, ed è finanziato con i fondi del POR FESR SARDEGNA 2014-2020.
Il progetto in particolare mette al centro il Sentiero Italia Cai, la volontà è di farne una spina dorsale a cui ricongiungere tutti i sentieri della Sardegna. Anche i percorsi più lontani, attraverso una rete che verrà creata con accordi tra le istituzioni locali, saranno collegati al Sentiero Italia CAI dell'isola. Si potrà dire che tutti i percorsi escursionistici in Sardegna portano al Sentiero Italia.
Un accordo che testimonia la forte attenzione che il Cai nazionale ha nei confronti della Sardegna, terra ricchissima che può offrire molto agli amanti delle escursioni e della montagna. “Un ottimo risultato – lo definisce la presidente del Cai Sardegna Pierina Mameli - , al progetto corrisponderà ora un grande impegno del Cai”.

Valerio Castrignano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro