Il CAI Parma rinnova il proprio Direttivo

Si può votare dal 5 al 14 dicembre 2016 nella sede sezionale e in quelle delle Sottosezioni. La Sezione gode di ottima salute, organizza corsi e iniziative rivolte ad adulti e giovani, escursionistiche e culturali.

La cena sociale per Amatrice

5 dicembre 2016 - Stasera dalle ore 20, si svolgeranno le operazioni di voto per il rinnovo del Consiglio Direttivo del Club Alpino Italiano sezione di Parma. La storica associazione parmigiana, al termine dell’annuale assemblea di approvazione del bilancio preventivo, si appresta quindi a rinnovare i propri organi elettivi composti dal Consiglio Direttivo, il Collegio dei Revisori dei Conti e i Delegati rappresentativi sezionali.

Al voto sono chiamati oltre 1500 soci aventi diritto al voto dei 1860 facenti parte l’associazione, con iscritti oltre che nella città anche in tutta la nostra provincia e non solo. A tal fine sono state organizzate urne elettorali sparse nelle diverse articolazioni territoriali come Fidenza, Sala Baganza e Borgotaro.

Il Consiglio Direttivo uscente, presieduto da 6 anni dal Dott. Fabrizio Russo, conclude il proprio incarico lasciando un sodalizio molto attivo e pieno di vitalità, in perfetta sintonia con la stessa passione che anima i soci del CAI per la montagna.

Diverse sono state le iniziative e attività realizzate dal CAI in città e non solo, per migliorare la frequentazione della montagna, con iniziative culturali ed eventi di primo livello. Ne elenchiamo solo alcune di rilievo

- La rassegna di cinema di montagna “Verso l’Alto” che coinvolge decine di appassionati di cinema ed avventura di montagna, che si tiene in novembre al Cinema Astra.
- Gli eventi dedicati alla Grande Guerra, in occasione del 100° della Prima Guerra Mondiale. Iniziative che hanno portato al prestigioso riconoscimento del Prefetto di Parma.
- I corsi organizzati per una educazione alla frequentazione consapevole della montagna. Il CAI ogni anno organizza oltre 15 corsi che vede la partecipazione di oltre 500 iscritti con discipline che vanno dallo scialpinismo, alpinismo, all’escursionismo e da ultimo anche la speleologia.
- Le escursioni didattiche di approfondimento e conoscenza della montagna, sia a piedi che in mountain bike. Attività rivolte sia agli aduli, ma anche a giovani grazie alle specifiche attività di Alpinismo Giovanile e Family CAI.
- Pubblicazioni di prestigio e ampia diffusione, quali la Rivista quadrimestrale “L’Orsaro” distribuita in edicola con il quotidiano La Gazzetta di Parma, ma anche la recente iniziativa editoriale del libro “AppenninoPERtutti”. Un vero best seller che ha venduto oltre 1200 copie in tutta la pronvicia di Parma
- L’intensa attività a favore della manutenzione e segnatura dei sentieri, gestendo direttamente oltre 800 km di rete sentieristica su tutta la provincia di Parma e il sostegno alla realizzazione dell’Alta Via dei Parchi e delle principali vie escursionistiche del nostro territorio (Via Francigena, Via degli Abati).
- Le iniziative culturali legate al miglioramento della frequentazione sostenibile dell’Appennino, con il sostegno al MAB Unesco dell’Appennino, ma anche con diversi concerti ed eventi legati al turismo sostenibile e alla conoscenza delle tradizioni della montagna. Da qualche anno anche con i campi di volontariato per ragazzi al Rifugio Mariotti.
-
Del CAI fanno parte i soccorritori del Soccorso Alpino che prestano con impegno e sacrificio l’attività di pronto intervento in situazioni di emergenza nelle nostre montagne.
- L’impegno per i presidi culturali in alta quota con i propri rifugi, al Lago Santo Parmense con il Rifugio Mariotti e al Monte Penna con il Rifugio Faggio del Tre Comuni.
- Ultimo in ordine di arrivo l’avvio dell’attività di Servizio Civile Nazionale con due volontarie dedite ad un progetto specifico legato al censimento dei beni storici ed architettonici dell’Appennino.

Il sodalizio parmigiano è quindi un punto di riferimento culturale per chi ama la montagna, la vive e la frequenta.
Le operazioni di voto a Parma si svolgeranno nei giorni 5-6-7-9-10-14 dicembre, a Fidenza il 6 dicembre, a Sala Baganza il 7 dicembre e a Borgotaro l’8 dicembre.
La sezione sita in Viale Piacenza n.40 è aperta anche per i non soci per far conoscere le proprie attività, la fornitissima biblioteca di montagna e le diverse iniziative in corso.

CAI Parma

Segnala questo articolo su:


Torna indietro