Il Cai reggiano apre la stagione escursionistica con l'Anello del Monte Pezzola

Una camminata, prevista per il 26 gennaio, a carattere naturalistico, storico e gastronomico per far conoscere il basso e medio Appennino

20 gennaio 2020 - Come è ormai tradizione il Cai reggiano apre la stagione escursionistica con l'Anello del Monte Pezzola. Una camminata di mezza giornata, in programma domenica 26 gennaio sulle prime colline dell'Appennino. "Questa, come altre che abbiamo in programma - spiega il Cai reggiano -, è una escursione a carattere naturalistico, storico e gastronomico: con le nostre proposte vogliamo valorizzare e far conoscere i sentieri nel basso e medio Appennino reggiano che attraversano zone spesso poco conosciute. L'Anello del Pezzola (Sentiero Cai 648), della lunghezza di 9 km per 3,30 ore di cammino, soste escluse, si sviluppa a pochi chilometri dalla Pianura. Il percorso non presenta difficoltà, ma alcuni punti a volta scivolosi rendono obbligatorio l'uso degli scarponi, Con un dislivello di 240 metri è la classica escursione bella ma non impegnativa, ideale per iniziare l'anno escursionistico. Sempre utilissima per chi cammina la carta escursionistica di GeoMedia La Collina Reggiana"
Il punto di partenza e di arrivo dell’escursione è a San Polo d'Enza, in località Case Piolo. Il percorso è un vero balcone sulla pianura. Significativo è il panorama, sulla valle dell'Enza e sui colli matildici di Quattro Castella. ma anche il passaggio dai borghi di Sedignano, Carverzana e Ghilghetta, con diversi edifici di rilievo architettonico di varie epoche. L'escursione è aperta al Progetto di Montagnaterapia, promosso dal Cai con il Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’Azienda USL-IRCCS.
Al termine dell’escursione è previsto un momento conviviale in un ristorante di San Polo: anche la "cultura materiale" e la conoscenza gastronomica del territorio per il Cai è importante. Info: www.caireggioemiia.it.

Cai Reggio Emilia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro