Il CAI Scuola posticipa al 2021 i corsi di formazione per insegnanti

"Collochiamo, come semi di speranza, nuovi progetti nel nostro futuro. Più belli e più numerosi di prima”, scrive il coordinatore del progetto CAI Scuola Francesco Carrer.

3 aprile 2020 - Il CAI scuola ha deciso di posticipare al 2021 i corsi di formazione per gli insegnanti. In seguito alle restrizioni imposte dal governo e alle decisione del CAI centrale di sospendere tutte le attività, i corsi previsti quest’anno sono stati cancellati. A partire da marzo 2021 però, ci saranno nuovi momenti di formazione per gli insegnanti della scuola primaria che vogliono comunicare ai propri alunni l’amore per la montagna, l’ambiente e cultura della sostenibilità.

Si comincia il 26 e il 29 marzo 2020, con il 44esimo corso nazionale di formazione per insegnanti della scuola primaria e secondaria (prima e seconda) “Il finale: racconti di paesaggi, di rocce e di mare” e si finisce con il 49esimo corso nazionale “Gozo, l’isola di Calypso, protezione dell’ambiente, coesione sociale, identità culturale” a Marsalforn Bay (nell’isola greca) dal 28 al 1 novembre 2021.

“Dobbiamo credere che tutto questo passerà. Dobbiamo confidare nella nostra forza di reagire e nella nostra capacità di ricostruire. Dobbiamo immaginare un domani in cui la vita riprenderà come prima. Usando la metafora di Olmi, “Torneranno i prati”. Per questo collochiamo, come semi di speranza, nuovi progetti nel nostro futuro. Più belli e più numerosi di prima”, scrive il coordinatore del progetto CAI Scuola Francesco Carrer.

Di seguito il calendario dei corsi

26 -29 marzo - “Il Finale” a Finale Ligure (SV).

21 - 25 aprile - “La Tuscia, storie di acqua e di fuoco” a Viterbo.


29 aprile - 3 maggio - “Le lagune altoadriatiche” a Cavallino tre porti (Ve).

9 -12 settembre - “Dolomiti patrimonio mondiale UNESCO a Forni di Sotto (Udine).

30 settembre - 3 ottobre - “Il ritorno dei grandi carnivori: il lupo” a Valdieri - Entracque (Cuneo).

28 ottobre - 1 novembre - Gozo, l’isola di Calipso a Marsalforn Bay.


Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro