Il CamminaCAI 2017 a Canossa

Sabato 7 e domenica 7 ottobre 2017 in programma tavola rotonda sugli scavi passati e futuri nel complesso di Canossa (che vedono il coinvolgimento del CAI) inaugurazione ed escursioni sui due nuovi itinerari del Sodalizio.

Il sito di Canossa

6 settembre 2017 - L’iniziativa nazionale CamminaCAI 2017, prevista nelle giornate di sabato 7 e domenica 8 ottobre , coinvolgerà quest’anno la storica rupe di Canossa in provincia di Reggio Emilia: la circostanza non è casuale poiché’ la Rocca di Canossa esiste come monumento nazionale grazie all’impegno del CAI che nel 1877 promosse gli scavi archeologici che portarono alla luce le strutture sepolte del Castello Matildico e determinarono successivamente l'istituzione dell’attuale Museo Statale.

Nella ricorrenza del 140° dell’avvio degli scavi, la manifestazione nazionale CamminaCAI 2017 si svolgerà a Canossa in base al seguente programma.

SABATO 7 OTTOBRE 2017
- ore 10,00: riunione del Comitato Scientifico Nazionale del Club Alpino Italiano, nella sala del Museo Nazionale di Canossa dedicata al CAI
- ore 13,00: degustazione di prodotti tipici nei locali del centro turistico “Andare a Canossa”   
- ore 15,00 - 18,00: tavola rotonda con partecipazione di amministratori locali e regionali, funzionari del Ministero dei Beni Culturali, esponenti del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano / area MAB Unesco, del Gruppo di Azione Locale, della Macro area Emilia Centrale, Università di Bologna, Lions Clubs e dirigenti nazionali, regionali e locali del CAI. Il tema al centro della discussione sarà la valorizzazione di Canossa nell’ambito della promozione del Cammino della “Via Matildica del Volto Santo”, dell’itinerario Brescello - Canossa e della nuova campagna di ricerca storico - archeologica promossa dal CAI nell’area del borgo medievale del castello di Canossa, che inizierà il 9 ottobre 2017.

DOMENICA 8 OTTOBRE 2017
- ore 13,00: congiungimento dei gruppi CAI provenienti da diverse località dell’Appennino e della pianura diretti a Canossa seguendo il Cammino della “Via Matildica del Volto Santo” e il sentiero Brescello - Canossa
- ore 13,30: cerimonia di inaugurazione della “Via Matildica del Volto Santo” e del sentiero Brescello - Canossa con taglio del nastro da parte del Presidente Generale Vincenzo Torti e la presenza di autorità  e dirigenti del  CAI. A seguire  rinfresco offerto a tutti i partecipanti
-ore 15,00 - 18,00: visite guidate a cura dei titolati del Comitato Scientifico del CAI, della TAM e dei docenti della Università di Bologna, dirette rispettivamente al Sentiero Natura di Canossa, al Museo Nazionale, al sito dell’antico borgo medievale (oggetto di ricerca dal 9 al 27 ottobre 2017), ai locali del “Rifugio di ricerca del Comitato scientifico sezionale di Reggio Emilia” recentemente allestito a Canossa.

INFORMAZIONI LOGISTICHE
I gruppi in cammino raggiungeranno il castello di Canossa seguendo i seguenti percorsi :
- Percorso 1: da Vezzano - parcheggio Pinetina > Pecorile > Casola di Canossa > Castello Canossa. Sentiero 646-MVS  Km 9 - dsl. salita 590 mt. Ore 3
- Percorso 2: da Casina – parcheggio Carrobbio > Monchio di Sarzano > Crocicchio > Bergogno > Cerredolo de Coppi > Cavandola > Castello di Canossa. Sentiero SM/MVS Km 11 -  dsl. salita 420 mt. Ore 4
- Percorso 3: da Ciano d’Enza - parcheggio piazza/stazione > Rio Vico > Castello Rossena > Riverzana > Castello Canossa. Sentiero SM/MVS-  Km 7.5 - dsl salita  550 mt. Variante con partenza da San Polo + Km 3.5 sentiero 640. Ore 2+1
- Percorso 4: da Quattro Castella - parcheggio Chiesa > Monticelli > Caverzana > Madonna della Battaglia > Monte Covra > Grassano> Rio Vico> Sentiero calanchi > Castello di Canossa. Sentiero Ducati+648C+ 646C. Km 12 - dsl salita 610 mt. Ore 4.5.  
- Percorso 5: Brescello -- S.Ilario – Canossa - km 60  sentiero 672+ 662B+662+ SM 

Percorsi ciclo escursionistici   
1) Guastalla – Canossa km 55 sentiero 646/MVS+ 644
2) Reggio – 4Castella/Bianello – Madonna della Battaglia – Canossa. SD+SM 

Possibilità di pernottamento in zona, previa prenotazione a info@caireggioemilia.it. In caso di maltempo le iniziative si terranno in locali protetti.

Raggiungere Canossa  in auto è facilissimo: si esce dal casello della autostrada A1 denominato “Terre di Canossa” seguendo l’evidente segnaletica del Castello di Canossa, che consente di arrivare allo storico monumento in circa 30/40 minuti. E’ previsto un servizio navetta per facilitare il rientro dei gruppi.

Comitato Scientifico Centrale CAI

Segnala questo articolo su:


Torna indietro