Il Presidente Generale del CAI Umberto Martini ospite d'onore ai festeggiamenti dell'associazione Giovane Montagna

Domenica 26 ottobre presso la Sala degli Stemmi del Museomontagna si concluderanno nei festeggiamenti per il centenario dell'associazione alpinistica torinese; sarà presente Umberto Martini, in segno dello storico legame tra i due sodalizi

La Giovane Montagna, associazione alpinistica nata a Torino nel 1914 con l'obiettivo di proporre un alpinismo nel quale la componente tecnica non escludesse i valori umani e spirituali, festeggia il centenario della propria fondazione.
Durante tutto il 2014 sono stati organizzati molti eventi per ricordare questo importante traguardo e la fase finale delle celebrazioni si svolge al Monte dei Cappuccini, con la collaborazione del Museo Nazionale della Montagna.
Ai festeggiamenti del 26 ottobre sarà presente come ospite d’onore, su invito del Presidente della Giovane Montagna Tita Piasentini, il presidente Generale del Club Alpino Italiano Umberto Martini in segno di storico e consolidato legame tra i due sodalizi alpini che condividono tra l’altro la presenza in comune di moltissimi soci.

GIOVANE MONTAGNA
ANNULLO POSTALE CELEBRATIVO
Torino, Museo Nazionale della Montagna, domenica 26 ottobre dalle 8,45
In occasione del Centenario della nascita dell’associazione Giovane Montagna, ed unicamente al Museo Nazionale della Montagna nel corso di tutta la giornata di domenica 26 ottobre sarà allestito un ufficio postale distaccato dotato di speciale annullo postale che rappresenterà, con grafia e testi, il Centenario dell’associazione.

PRESENTAZIONE VOLUME “CAMMINARE INSIEME NELLA LUCE”
Torino, Museo Nazionale della Montagna, Sala Stemmi
domenica 26 ottobre, ore 10.00

Il volume “Camminare insieme nella luce”, che ripercorre 100 anni di storia della Giovane Montagna, è un progetto unitario che si articola armonicamente in due parti.
La prima, ripercorre la storia dell’Associazione fin dalla propria nascita nel lontano 1914, attraverso slanci di entusiasmo, importanti realizzazioni e momenti di dura difficoltà. Una storia ricca di ascensioni, escursioni, amicizie, spiritualità, fede e cultura. La narrazione cerca di mettere in luce, pur sempre attenendosi al racconto dei fatti, lo spirito con cui la Giovane Montagna ha vissuto l’avventura dei propri primi cento anni di vita, evidenziando i diversi contesti nei quali la medesima grande passione per la montagna si è espressa. Contesti che hanno spesso messo a dura prova la determinazione dei soci. Non va dimenticato infatti che il sodalizio ha visto la luce negli stessi anni nei quali il mondo contemporaneo viene profondamente trasformato dalla Grande guerra e che rinasce, con rinnovato entusiasmo, dalle macerie della seconda guerra mondiale.

Nella seconda parte ogni Sezione ha ripercorso la peculiarità della propria storia, ricavandone una significativa sintesi, un conciso testo ricco di fatti, personaggi, storie. Un mosaico che compone un disegno unitario e che mostra come ogni Sezione contribuisca, con il proprio irripetibile apporto, alla vitalità dell’Associazione e come questa vita rifluisca poi nelle Sezioni, arricchendole in una dimensione sempre associativa.
Una storia dunque a più mani, nella quale ognuno ha saputo mettersi in ascolto dell’altro, non come protagonista, ma come “strumento”, per raggiungere più facilmente il cuore di tutti e risvegliare la bellezza e l’ armonia del camminare insieme.

PRESENTAZIONE DIGITALIZZAZIONE DELL’ARCHIVIO STORICO
Torino, Museo Nazionale della Montagna, Sala Stemmi
domenica 26 ottobre, ore 10.00

La Giovane Montagna nell'ambito delle celebrazioni dei 100 anni dalla sua nascita ha iniziato un grosso lavoro di catalogazione e scansione e possibilità di rendere fruibile da chiunque l’archivio di tutte le testate della Giovane Montagna dalla sua nascita ad oggi. Inoltre ha proceduto all'acquisizione di tutte le immagini fotografiche delle gite effettuate nei 100 anni di vita.
Raggiungere i cento anni di storia, rappresenta sicuramente un traguardo estremamente importante, ma ancora più importante è condividere e tramandare il bagaglio storico-culturale maturato in tutta la vita dell’associazione.
Rendere fruibili gli scritti anche di famosi alpinisti e scrittori è una fonte indispensabile non solo per l'Italia, ma per chiunque voglia scoprire meglio il mondo della Montagna.

A tale scopo è stato creato un portale dedicato (www.giovanemontagna.to.it), completamente libero, nel quale inserire tutti i documenti in formato originale (file tipo PDF) e dal quale è possibile prelevare il singolo documento.
Le informazioni contenute in questo archivio storico rappresentano uno spaccato della vita della nostra città vista attraverso gli occhi di tutti coloro che hanno partecipato alle varie attività organizzate dalla Giovane Montagna. Come un grande mosaico, composto da tante tesserine ognuna delle quali rappresenta un angolo visuale leggermente diverso, restituiscono l’evolversi dei costumi e delle abitudini attorno ai valori fondamentali caratterizzanti la nostra associazione.
Per rendere più immediatamente fruibile la consultazione dell’archivio, tutti i documenti sono stati trasformati in testo ed inseriti all’interno di un database sul quale è possibile operare qualsiasi tipo di ricerca direttamente all’interno del portale.
È inoltre possibile condurre qualsiasi ricerca testuale all’interno del database. I risultati delle ricerche vengono restituiti non solo con riferimento alla pubblicazione nella quale sono contenuti, ma direttamente sotto forma di testo di tutti gli articoli contenenti i risultati. In prospettiva una volta terminato il mastodontico lavoro si procederà con l'adeguamento del sito a ricerche in altre lingue.

Torino, Museo Nazionale della Montagna, Sala degli Stemmi
Domenica 26 ottobre
ore 8,45: Emissione francobollo celebrativo
ore 10.00: Presentazione del volume “Camminare insieme nella luce”
ore 10.00: Presentazione della digitalizzazione dell’archivio storico

Comunicato Museomontagna

 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro