Il trentino Maurizio Dellantonio riconfermato presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

La rielezione è avvenuta il 30 marzo 2019 a Milano, da parte dei rappresentanti del Soccorso Alpino e Speleologico di tutte le regioni. Eletti vicepresidenti Alessandro Molinu, sardo, e Mauro Guiducci, dall’Umbria.

Maurizio Dellantonio

1 aprile 2019 -  L’assemblea nazionale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), riunitasi sabato scorso a Milano, ha riconfermato Maurizio Dellantonio alla presidenza del Corpo per il prossimo mandato, della durata di tre anni. L’elezione è avvenuta da parte dei rappresentanti del Soccorso Alpino e Speleologico di tutte le regioni italiane.

Maurizio Dellantonio, 56 anni, trentino di Moena, ha una lunga esperienza dirigenziale nel settore della montagna. Guida Alpina, ha svolto gran parte della sua carriera come istruttore presso il Centro addestramento alpino della Polizia di Stato. Precedente alla prima nomina a Presidente Nazionale del CNSAS, avvenuta nel 2016, ha guidato il Soccorso Alpino Trentino.

Contestualmente alla presidenza del Soccorso Alpino e Speleologico Nazionale sono state rinnovate le cariche dei due vicepresidenti: sono stati designati dall’assemblea Alessandro Molinu, sardo, e Mauro Guiducci, dall’Umbria.

Comunicato Corpo Nazionale Soccorso Alpini e Speleologico

Segnala questo articolo su:


Torna indietro