In Valtellina torna il Festival “La magnifica terra”

Appuntamento con la cultura della montagna dal 22 al 26 luglio nei comuni di Bormio, Lanzada, Valdidentro, Valdisotto e Valfurva. Coinvolto anche quest'anno il CAI

La consegna delle Pigne nel 2014

“La Magnifica Terra" era chiamato, negli antichi Statuti medievali, il territorio del Contado di Bormio.
La Magnifica Terra è diventato oggi un Festival della Cultura di Montagna che prende avvio proprio da questo territorio nel cuore delle Alpi.   

L'Alta Valtellina ospita un evento culturale di respiro nazionale, patrocinato dai Comuni di Bormio, Valdisotto, Valdidentro, e Valfurva, con l'organizzazione tecnica di Alpinia e con numerosi autorevoli partner, tra i quali il Club alpino italiano. Si tratta di un appuntamento che vuole consolidarsi annualmente e svilupparsi nel tempo, dopo le prime edizioni svoltesi dal 2011, al 2014.   

Il programma dell'edizione 2015, in programma dal 22 al 26 luglio nei comuni di Bormio, Lanzada, Valdidentro, Valdisotto e Valfurva, è molto interessante e diversificato, comprendendo conferenze e incontri culturali, mostre, tavole rotonde ed escursioni storico-culturali ed ambientali-naturalistiche alla scoperta dei tesori del territorio dell'Alta Valtellina.

«Il tema trainante sarà la solidarietà, nei confronti del popolo nepalese ma non solo – dice  il Direttore del Festival Filippo Zolezzi - Penso alla chiacchierata con Fausto De Stefani di sabato 25 luglio a Bormio e all'assegnazione dei Premi di solidarietà alpina del giorno seguente a Lanzada. Senza dimenticare l'incontro sul Nepal e sulla solidarietà della Valtellina del 23 luglio ai Forni di Premadio, curato dal CAI Sondrio».

Il CAI sarà protagonista della manifestazione anche quest'anno: sabato 25 luglio alle 16.30 presso la Sala Terme di Bormio è in programma l'incontro pubblico " I sentieri anima del turismo sostenibile e accessibile. La questione della frequentazione non regolamentata con motoslitte, mezzi motorizzati, trial e dell'eliski".

«Prosegue la nostra collaborazione con l'Associazione La Magnifica Terra nella realizzazione del programma del Festival: l'anno scorso dedicammo un pomeriggio alla vicenda dello smembramento dello Stelvio e al suo futuro, quest'anno il CAI si occuperà di turismo sostenibile, in particolare del ruolo dei sentieri nelle aree montane», commenta il Vicepresidente generale del CAI Erminio Quartiani.

Il clou della cinque giorni sarà la serata della consegna delle Pigne d'argento: sabato 25 luglio alla Sala Terme di Bormio saranno premiati il "miglior editore dell'anno", un autore "per il miglior libro dell'anno a soggetto di montagna" e un personaggio che si è distinto per la sua carriera nell'ambito della montagna.

Qui il programma completo

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro